Mattel View-master, la realtà virtuale diventa un gioco

Erede sia nell’idea sia nell’aspetto del giocattolo vintage, la nuova versione di View-Master usa la realtà virtuale.

chiudi

Caricamento Player...

Chi è nato fra gli anni ’60 e gli anni ’80 probabilmente ricordera il curioso visore giocattolo che permetteva di guardare fotografie tridimensionali dai caratteristici dischetti di cartone.

View Master Modello G
Un modello vintage di View-Master “View-Master Model G” Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons –  by ThePassenger – Own work.

Oggi Mattel riporta alla ribalta questo giocattolo, che per la verità non è mai uscito del tutto di scena, grazie alla tecnologia per la realtà virtuale di Google, e basandosi sui celebri visori Cardboard, con un sistema molto semplice. I nuovi View-Master, infatti, non sono altro che gusci in solida plastica in cui inserire uno smartphone Android. Contengono già le lenti e tutto quello che serve per utilizzare la realtà virtuale, mentre i contenuti verranno distributi su rotelle simili a quelle in cartoncino della versione anni’70, che naturalmente contengono il software necessario per le diverse attività.

Altro aspetto molto interessante sono i costi: le unità non sono ancora disponibili in Italia, ma negli Stati Uniti si può comprare un visore per 30 dollari e tre rotelle per quindici, il che significa più o meno, la stessa fascia di prezzo del prodotto originale, pensato come forma di intrattenimento intelligente per i bambini. I contenuti disponibili rispettano lo stesso criterio. Mattel in questo senso si è rifatta alla tradizione dei View-Master originali e pensa di offrire un catalogo di edutainment piuttosto nutrito, lavorando con Google sui contenuti forniti, per esempio, da NASA e Discovery.

Naturalmente, si tratta di un accessorio molto diverso, per esempio, dai kit per utenti esperti come Consumer Gear VR di Oculus ma visto il costro estremamente contenuto si tratta comunque di un’ottima mossa per sfruttare questo nuovo media come forma di intrattenimento intelligente per i più giovani.

Fonte foto copertina: Venture Beat