Matteo Renzi contro tutti: “Il centrodestra di oggi non è moderato. M5s? Truffatori”

Il segretario dem, Matteo Renzi, attacca i rivali per la corsa alle politiche del 4 marzo.

Matteo Renzi ne ha per tutti: dal centrodestra al Movimento 5 stelle. Parlando all’Auditorium del Massimo a Roma, il segretario del Pd ha dichiarato, come riportato da Repubblica: “Voglio dire dire al mondo cattolico di riflettere bene. Faccio un appello alle persone che vivono le parrocchie e le realtà associative, perché oggi abbiamo un bivio. Il centrodestra di oggi non è a trazione moderata. Abbiamo avuto punti di discussione con una parte importante del mondo cattolico su temi come le unioni civili o sul biotestamento, ma noi siamo quelli della legge ‘dopo di noi’ per il mondo dell’handicap, del terzo settore, della legge sul sociale e molte altre leggi di solidarietà“.

Matteo Renzi: “M5s partito degli ex onesti

L’ex premier ha quindi proseguito attaccando il M5s: “Ci hanno accusato per anni di essere in mano alla massoneria, ma ne hanno più loro. Scelgono di restituire 24 milioni agli italiani: è un pieno diritto. Il loro è stato un investimento pubblicitario, perché ci hanno fatto una campagna di comunicazione. Ma se voglio la lotta nel fango, dico che noi abbiamo abolito il finanziamento pubblico, e quindi se facciamo a gara quelli che hanno restituito più soldi agli italiani finisce 6-0 6-0 per noi. Noi abbiamo restituito più di quello che avete restituito voi. La mia indennità da presidente del Consiglio è la metà di quello che prendeva Di Maio dopo aver restituito“. Senza tregua, Renzi prosegue: “Ci offendono e ci dicono tutto per anni, poi vengono beccati a fare i bonifici e photoshopparli come un truffatore qualsiasi. E allora dico: siete il partito degli ex onesti“.

Matteo Renzi contro la Lega

Tocca poi alla Lega ricevere gli strali del segretario del Pd: “Lo dico ai romani: vi siete fatti dare dei ladroni per anni e poi li votate pure? Se votate centrodestra ricordatevi che sta guidando la Lega, non Berlusconi. Ieri ho mostrato a Napoli i cori di Salvini contro i napoletani. In questi anni il messaggio prima il Nord è stato dato da quelli che nei collegi del sud vogliono vincere le elezioni“. Quindi, su sicurezza e migranti: “La sicurezza è tema importante, ma non dobbiamo restare sulla difensiva: in questi anni abbiamo avuto coraggio nelle scelte, e non prendiamo lezioni da chi vorrebbe espellere 600mila clandestini, dopo averne sanati 640mila con la Bossi-Fini. Noi non prendiamo lezioni dagli altri sulla sicurezza: sicuramente non basta quello che abbiamo fatto, ma va portato avanti, non interrotto“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 18-02-2018

Mauro Abbate

X