Matteo Renzi, “Il Reddito di Cittadinanza non funziona, i populisti dovevano far sparire la povertà ma hanno fatto sparire la crescita”.

Intervenuto ai microfoni de la Stampa, Matteo Renzi ha riacceso le discussioni sul Reddito di Cittadinanza, definito come un provvedimento che non funziona, un errore dei populisti, che volevano sconfiggere la povertà.

Matteo Renzi affonda il Reddito di Cittadinanza: “Non funziona, i populisti hanno abolito solo la crescita”

“Il reddito di cittadinanza non funziona […], i populisti dovevano far sparire la povertà ma hanno fatto sparire solo la crescita”, ha dichiarato Matteo Renzi.

“Che il reddito di cittadinanza sia un sussidio che non funziona, lo dice la Guardia di Finanza, ma ormai lo stanno capendo tutti…”. “Ma io credo che non occorra aver fretta, bisogna lasciare ai 5 stelle il tempo di metabolizzare il cambiamento. Ma al tempo stesso è arrivato il momento di cambiare quel meccanismo. Con un’altra politica: al Sud bisogna aprire cantieri, anziché continuare a dare sussidi“.

L’affondo contro il Movimento 5 Stelle: “M5s funzionava in campagna elettorale, le bugie esplodono alla prova di governo”

Il leader di Italia Viva ha poi attaccato il Movimento 5 Stelle con una bordata decisamente poco diplomatica.

“Il sogno di rappresentare l’alternativa populista al sistema tradizionale è fallito. M5S funziona, o meglio funzionava in campagna elettorale, ma poi le bugie elettorali esplodono alla prova di governo”.

Matteo Renzi
Roma 13/08/2019 – conferenza stampa Matteo Renzi / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Renzi

Matteo Renzi contro l’abolizione della prescrizione

Nel corso della sua intervista Renzi ha parlato anche della riforma della prescrizione.

“L’abolizione della prescrizione è un obbrobbrio. O il guardasigilli Bonafede capisce che deve cambiare approccio, oppure saremo molto presto costretti a votare assieme a Forza Italia: in Senato c’è già una maggioranza favorevole al ritorno alla normativa voluta a suo tempo dal ministro Andrea Orlando”.

“Il governo dura? Tutta la partita è in mano alle forze politiche della maggioranza”

Nella fase conclusiva dell’intervista a la Stampa, Matteo Renzi ha parlato della durata del governo senza escludere che possa cadere prima del termine della legislatura in corso.

“Tutta la partita oggi è in mano al Governo e alle forze politiche della maggioranza: se sono seri e lucidi, si fa un programma serio e si arriva al 2023. Piano Shock, riduzione tasse, investimenti sulla famiglia. Meno populismo, più cantieri. Lo saranno? Non so, al momento direi che c’è il 50% di possibilità di arrivare fino in fondo”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Matteo Renzi movimento 5 stelle politica

ultimo aggiornamento: 31-12-2019


Conte resta in politica, gelo dal M5s. E Salvini attacca: “Ha sempre mentito”

2010-2019, dal crack della Grecia a Greta Thunberg: cosa è successo negli ultimi dieci anni