Matteo Salvini a Vittoria. Incontro le famiglie dei cuginetti uccisi da un Suv

Matteo Salvini a Vittoria. Il vicepremier incontra le famiglie dei cuginetti uccisi da un Suv

Matteo Salvini a Vittoria. Il vicepremier fa tappa nella città siciliana per incontrare le famiglie dei cuginetti uccisi da un Suv.

VITTORIA (RAGUSA) – Matteo Salvini a Vittoria. Prosegue il Beach Tour del vicepremier che fa tappa nel Ragusano. Dopo l’incontro in Municipio, il ministro dell’Interno ha incontrato le famiglie dei due cuginetti uccisi dal Suv lo scorso 11 luglio.

Salvini incontra le famiglie dei due cuginetti uccisi

Conclusi i suoi impegni istituzionali, Salvini si è recato a casa delle famiglie dei due cuginetti uccisi. Una visita ‘blindata’ con il vicepremier che ha parlato solo al termine dell’incontro: “Ho consegnato – rivela – una medaglietta della madonna di Medjugorie e il mio impegno. L’incidente ci sta ma non così, non che sei seduto e c’è un tossicaccio maledetto ubriaco che va a 160 allora. Mi fa schifo questa gente, ringrazio, invece, Paolo Borrometi e chi sta in trincea“.

Matteo Salvini Helsinki
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

Il leader della Lega lancia anche un appello a tutti i cittadini di Ragusa: “Qui c’è una connivenza, una paura che non ho trovato in altre zone. Qui è bestiale, bisogna dar coraggio a chi rispetta le regole. Ringrazio quella piccola parte di società civile che si fa sentire“.

Di seguito il video con le dichiarazioni di Matteo Salvini

Quando parlo di riforma della giustizia parlo di vita reale e io mi rifiuto di pensare che, con le leggi di oggi, tra cinque anni gli infami che hanno ammazzato Simone e Alessio a Vittoria siano di nuovo liberi.Purtroppo non si possono riportare in vita questi due Angeli, ma bisogna sconfiggere la paura, dare coraggio a chi rispetta le regole e punire questi delinquenti, senza pietà.

Pubblicato da Matteo Salvini su Lunedì 12 agosto 2019

Salvini contestato a Vittoria

Ma non si fermano le contestazioni. Matteo Salvini è stato duramente criticato anche nella città ragusana. Inoltre un centinaio di persone hanno preso parte ad un flash mob.

Per noi – dice uno degli organizzatori ai microfoni dell’AdnKronosnon si fa propaganda sul dolore di due genitori, non si fa sciacallaggio mentre ci sono i 150 persone ancora in mare. Non è consentito sentire dire di voler prendere i pieni poteri come Mussolini“. Al termine di questi incontro il vicepremier ha lasciato la Sicilia per fare ritorno a Roma dove si sta disputando una partita importante: quella della crisi parlamentare.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 13-08-2019

X