Matteo Salvini al Maurizio Costanzo Show si trasforma nella star indiscussa della serata. Da Mahmood a Ramy passando per Di Maio: la serata del vicepremier.

Un Matteo Salvini in versione One Man Show quello che si è presentato da Maurizio Costanzo in uno dei salotti più famosi della televisione italiana. Il vicepremier ha strappato applausi per le sue proposte politiche, che hanno portato la Lega a una crescita esponenziale nei sondaggi, e ha fatto sorridere con i suoi siparietti con Mahmood, il vincitore del Festival di Sanremo.

Matteo Salvini al Maurizio Costanzo Show

Proprio l’incontro ravvicinato con Mahmood è uno dei momenti topici della puntata. Salvini era stato accusato di non apprezzare il cantante non solo per questioni artistiche, una ipotesi smentita dallo stesso ministro, bravo e tempestivo nel mandare un messaggio al giovane artista per complimentarsi del successo chiudendo inutili polemiche. A distanza di mesi il numero uno el Viminale si supera in televisione. Foto e autografi con il cantante, che sarebbe l’idolo proprio del figlio di Salvini.

Alessando è mio concittadino, siamo milanesi uguali. Mio figlio è strafan, se mi fai un autografo lo porto a casa molto volentieri“, dichiara Salvini a casa di Maurizio Costanzo strappando l’ovazione del pubblico. La star indiscussa è lui.

Matteo Salvini
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

Cittadinanza a Ramy, Salvini: Ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese

Proprio Maurizio Costanzo, giornalista di spessore, capisce che è il caso di tornare sulla concessione della cittadinanza a Ramy, il tredicenne che ha chiamato i carabinieri in occasione del sequestro da parte di Sy.

Sì alla cittadinanza a Rami perché è come se fosse mio figlio e ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese, ma il ministro è tenuto a far rispettare le leggi. Io sono tenuto a farle rispettare, ma in atti di particolare impegno e bravura se c’è anche un cavillo lo superiamo. Se qualcuno lo merita ha quello che si merita“.

“La cittadinanza italiana la leverei all’italianissimo che ha messo quell’autista a guidare quel pullman”.

Matteo Salvini su Luigi Di Maio: Si vince e si perde insieme

Salvini ha poi parlato anche del suo rapporto con Luigi Di Maio, secondo alcuni particolarmente teso nelle ultime settimane “Ci messaggiamo quasi tutti i giorni, si parla di lavoro, cantieri, tasse, scuola e giustizia. Siamo un po’ come Mogol e Battisti? Con Di Maio si vince e si perde insieme, Mogol e Battisti andavano avanti insieme. La Tav? Di Maio la pensa in maniera diversa, c’è scritto sul contratto che si può cambiare. Il treno inquina di meno. L’Italia ha bisogno di viaggiare in sicurezza. Io scaverei ovunque“.


Orfini e Fratoianni incontrano Casarini alla Camera. La Lega attacca

Massimo D’Alema: Salvini è un rozzo. Il ministro: Poveretto