Matteo Salvini alla Versiliana: “Crisi di governo un rischio ma spero in un sussulto di dignità da parte del Parlamento. Pd-M5S, governo dei perdenti”.

Ospite del direttore de il Giornale Alessandro Sallusti in occasione del festival della Versiliana, Matteo Salvini ha parlato della situazione politica e della questione legata alla Open Arms, ancora in mare con decine di migranti a bordo.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Matteo Salvini alla Versiliana: “Open Arms? Non mi stupirebbe la richiesta di un processo…”

La prima parte dell’intervento di Salvini è proprio incentrato sulla Open Arms, che ha declinato l’invito a raggiungere la Spagna ufficialmente per le condizioni del mare e quelle a bordo dell’imbarcazione.

Non mi stupirebbe la richiesta di processo, a quel punto conto su di voi“, ha dichiarato Salvini facendo riferimento all’inchiesta sulla Open Arms e mandando un appello ai suoi elettori.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/salviniofficial

Salvini sull’accordo M5S-Pd: “Non abbiamo i numeri per fermare il governo Arlecchino, il governo dei perdenti che vogliono salvare la poltrona”

Il leader della Lega ha poi parlato della possibilità – sempre più concreta – di un accordo tra il Movimento Cinque Stelle e il Pd per evitare le elezioni e mettere fine all’esperienza di governo della Lega.

Siamo in mano a una trentina di renziani che sanno che con le elezioni non li vota nemmeno il loro babbo, anzi, nemmeno li candida. Noi non abbiamo i numeri per fermarli in Parlamento, non possiamo fermare il governo Arlecchino, il governo dei perdenti che vogliono salvare la poltrona […]. Il presidente della Repubblica dovrà valutare se un governo del genere risponde al volere del popolo“.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-08-2019


Il Pd punta su Conte per mandare a casa Salvini

Salvini fuori dal governo, l’ultimo tentativo per salvare l’alleanza Lega-M5S