Maurizio Sarri parla della sfida di domani contro il Nizza: “Le quattro partite in pochi giorni possono crearci qualche problema”.

NAPOLI – Il primo decisivo appuntamento per la stagione del Napoli sta per arrivare. Domani gli azzurri affronteranno il Nizza nei play-off di Champions League: “Nella nostra testa – dice Maurizio Sarri in conferenza stampa – dobbiamo avere il passaggio del turno. Questa città merita la Champions e dopo la partita di ritorno ci saranno delle ripercussioni da gestire“.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Maurizio Sarri: “Il Nizza è una squadra ostica. L’assenza di Balotelli? Hanno altri giocatori di talento”.

Maurizio Sarri parla anche delle sfide precampionato: “I numeri delle ultime amichevoli sono sicuramente superiori rispetto a quelle dello scorso anno. Il periodo sono i ritmi, le accelerazioni. Iniziare quattro partite ufficiali in pochi giorni ci potrebbero creare qualche difficoltà perché non sempre nei test siamo riusciti ad imporre il ritmo. La condizione sembra discreta per quel che può essere per una squadra italiana. Il sorteggio ci ha fatto incontrare una squadra forte“.

Sulle chance di qualificazione: “Non vedo grandi assenze escluso Balotelli negli avversari. Noi non abbiamo grandi differenze tra i numeri casalinghi ed esterni e non credo che ci sia una delle partite decisive in questa parte della stagione. La nostra squadra ancora non è perfetta nelle sfide ad eliminazione diretta perché qualcosa la regaliamo sempre“.

Sui giocatori: “Loro sono tutti a disposizione ma chiaramente la lista UEFA è ridotta rispetto alla rosa completa“.

Sul Nizza: “Loro hanno tanti ragazzi giovani di talento. I nuovi arrivati dal Monaco sono molto pericolosi, ma anche Pléa potrebbe crearci delle difficoltà. A me ricorda molto Defrel. Una squadra che ha tanti giocatori talentuosi. Dietro hanno Dante che è reduce da esperienze al Bayern Monaco“.

Sulla partita di domani: “Il ritmo e la velocità dipenderà solamente dalle condizioni climatiche di domani. Sicuramente le palle inattive e il numero di un singolo potranno essere molto importanti. Io spero di contare su più ragazzi che riescono ad estrarre qualcosa dal cilindro“.

Sulle amichevoli: “In certi momenti della stagione ti vengono fuori difetti amplificati. In queste amichevoli sono venuti fuori sia le qualità ma anche alcuni errori. Non siamo riusciti a chiudere alcune sfide consentendo poi agli avversari di rientrare in partita. È successo contro l’Atletico e con il Bournemouth e sicuramente dobbiamo migliorare questo aspetto“.

ultimo aggiornamento: 15-08-2017


Jon Dahl Tomasson, lo Scorpione Bianco: eroe dimenticato della Champions 2003

Lorenzo Insigne: “Vogliamo fare bene davanti ai nostri tifosi”