Max Allegri ha parlato in conferenza stampa prima del derby di domani alle 18 tra Juventus e Torino: tanti i temi trattati, dai sudamericani alle assenze sino agli elogi a Ivan Juric

Max Allego a tutto tondo in conferenza stampa! Dopo la vittoria per 1-0 sul Chelsea in Champions League, con il secondo clean sheet di fila in Europa, la Juventus di Max Allegri torna in Serie A per sfidare domani alle 18 il Torino di Ivan Juric nel derby della Mole. Ecco le parole di Max Allegri.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

La conferenza stampa di Allegri

DERBY – ”Derby? Rappresenta la stracittadina, domani tornano i tifosi allo stadio, sarà una bella partita. Domani va sistemata la classifica, dobbiamo dare un altro colpettino alla classifica. Juric sta facendo un ottimo lavoro, ha trasmesso alla squadra dei concetti che si incarnano molto con lo spirito Toro. Bisognerà avere pazienza, ribattere colpo su colpo. Il Torino ha concesso meno tiri in porta di tutti, finché regge fa sempre le stesse cose, bisogna stare nella partita per 95’”.

DUE TITOLARI – “Bonucci riposa? Per la formazione, due al momento ce li ho sicuri e sono Szczesny e Chiellini. Poi gli altri devo vedere oggi, qualcuno ieri era più stanco di altro, ma sono giovani e c’è tempo per recuperare fino a domani alle 18. Chi sta meglio domani va in campo”.

CHIESA – “Col Chelsea c’erano delle assenze, mancavano Dybala e Morata e abbiamo visto che in partite così Chiesa può fare il centravanti. Ora è diventato centravanti. Ci sono centravanti che giocano con spazio, diverso se sei nella metà campo avversaria, sono tutte cose diverse e ci vuole equilibrio anche nelle valutazioni. L’altra sera è andata bene così, domani andrà fatta un’altra partita. Mercoledì è stata fatta per 70′, in altre va fatta così per 20′, dobbiamo capire i momenti della partita, quando c’è da difendere, l’atteggiamento”.

ARTHUR – “Ieri ha fatto anche allenamento in gruppo, il secondo, magari domani lui e Kaio li porto in panchina e se ci sarà bisogno li avrò a disposizione. Arthur è di palleggio, alza il livello della squadra qualitativamente”.

ALEX SANDRO – “Lo conosco da tanti anni, è il quinto insieme, non è che diventa più o meno bravo, sono annate. È il terzino titolare della nazionale brasiliana, ma siamo all’inizio e ci vuole equilibrio, serenità. Sono molto contento per la squadra, mercoledì mi ha riempito di gioia, si sono sentiti entusiasmo passione”.

BERNARDESCHI – “Mercoledì ha fatto una bella partita, ma su Federico ho sempre detto che la questione è fisica, non tecnica. All’interno della partita ha fatto un assist a Chiesa straordinario, una super giocata. Ma non deve accontentarsi di quella, se no non va bene. Ieri gli ho detto recuperate e ora testa al derby, la classifica è da sistemare. Abbiamo 5 in meno di quelli che dovevamo a fare e vanno recuperati poco per volta. Passiamo una sosta migliore, la scorsa avevamo perso con l’Empoli”.

FORMAZIONE – “Spero di indovinare la formazione di domani, oggi vedo bene, sono ragazzi giovani e recuperano in fretta. L’energia positiva va sfruttata”.

DYBALA E CHIESA – “Assieme? Con l’Empoli li ho fatti giocare assieme. Però poi ci sono partite diverse con caratteristiche differenti”.

BENTANCUR E LOCATELLI – “Punti fermi della Juve? Non hanno mai gestito un centrocampo da soli, Benta ha più bisogno di Manuel di avere uno accanto che gestisce il gioco. Rodrigo è molto generoso, per questo ogni tanto sbaglia. Locatelli ha fatto una grande prestazione, cattiva, fisica, su Lukaku, oltre che tecnica. Sono ragazzi che giocando cresceranno”.

SUDAMERICANI – “Non ho preciso il programma, gli italiani tornano domenica e quindi li ho tutta settimana. I sudamericani arriveranno venerdì, giocando domenica sera posso averli a disposizione”.

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 01-10-2021


Europa League, la Lazio non sbaglia e vince! Il Napoli cade contro lo Spartak

Simone Inzaghi: “Partita non semplice con il Sassuolo: tranquillo per il bilancio nerazzurro”