Mazda 6: motorizzazioni, allestimenti e prezzi della terza serie

La berlina Mazda 6 viene offerta in versione 4 porte e station wagon; sfrutta i motori Sky Active abbinati al design Kodo caratteristico dei modelli della Casa giapponese.

La Mazda 6 è un modello di auto prodotto in configurazione berlina 4 porte e station wagon. La prima serie debutta nel 2002; dieci anni più tardi, la Casa giapponese lancia la terza generazione (in occasione del Salone dell’Auto di Mosca); il facelift di metà carriera è stato poi presentato al Salone dell’Auto di Los Angeles nel 2017.

Scheda tecnica Mazda 6

Gli ingombri del modello variano in base alla carrozzeria. La berlina 4 porte è lunga 4.870 mm, è larga 1.840 mm ed è alta 1.450 mm mentre il passo è lungo 2.830 mm. La Mazda 6 station wagon è più corta (4.805 mm) e leggermente più alta (1.475 mm); anche il passo si accorcia un po’ (2.750 mm). L’auto viene assemblata in tre stabilimenti (Giappone, Cina e Russia) utilizzando la piattaforma Mazda GJ, introdotta nel 2013 e adoperata solo per questo modello.

Dal punto di vista stilistico, la 6 ingloba tutti gli elementi tipici della Casa di Fuchu: l’ampia calandra che si lega direttamente ai gruppi ottici dal profilo allungato, gli spoiler che, assieme al posteriore muscolare, rappresentano una nota decisamente sportiva. La carrozzeria è disponibile in nove tonalità: Arctic White (pastello), Snowflake White, Sonic Silver, Titanium Black Mica, Blue Reflex, Deep Crystal Blue, Jet Black Mica, Machine Grey e Soul Red Crystal.

La gamma Mazda 6 si articola in quattro allestimenti: Evolve, Business, Exceed ed Exclusive. Il livello di ingresso offre numerosi sistema di sicurezza e assistenza alla guida: DSC (Controllo Dinamico della Stabilità), Cruise Control adattivo, frenata automatica con rilevamento pedoni, sistema di mantenimento della corsia, sensori di parcheggio, sensori di controllo della pressione dei pneumatici e assistenza alla partenza in salita. La dotazione per gli interni include sedili in tessuto, sistema di infotainment MZD Connect con schermo a colori da 8”, volante multifunzione in pelle, impianto audio (con Radio, 4 ingressi USB, presa AUX e 6 altoparlanti), connettività Bluetooth, climatizzatore automatico bi-zona e head up display. A questi si aggiungono i cerchi in lega da 17”, i fari anteriori a LED e i sensori luce e pioggia.

L’allestimento Business integra l’equipaggiamento ‘Evolve’ con fari anteriori adattivi, radio digitale DAB, specchietti retrovisori ripiegabili automaticamente, luci diurne e posteriori a LED e videocamera posteriore. Le barre cromate al tetto sono in dotazione solo alla station wagon.

La versione Exceed offre, in aggiunta all’allestimento Business, cerchi in lega da 19”, fari anteriori a matrice LED, montante interno rivestito in tessuto, display del quadro strumenti da 7”, monitor 360°, palette al volante (solo per le motorizzazioni a cambio automatico), DAA (sistema di rilevazione di stanchezza del conducente), impianto audio Bose con 11 altoparlanti. Al vertice della gamma si colloca l’allestimento Exclusive che, rispetto al livello precedente, prevede: rivestimenti interni in pelle nera, sedili anteriori regolabili e riscaldabili e tetto apribile elettricamente (solo per le versioni con motore benzina 2.5 litri da 194 CV e 2.2 diesel da 184 CV).

Tra gli optional, disponibili a pagamento, vi sono lo spoiler posteriore al tetto (per berlina e station wagon), pedaliera sportiva in alluminio, battitacco illuminati, barre portabici e portapacchi, paraspruzzi anteriori e posteriori. Solo per l’allestimento di vertice, è possibile scegliere per il rivestimento degli interni tra pelle bianca e pelle Nappa brown. Gli altri accessori a pagamento sono: vernice metallizzata (tra gli 800 e i 1.150 euro), la compatibilità dell’infotainment con Apple CarPlay e Android Auto (250 euro), cambio automatico (2.000 euro) e l’Exclusive Pack (comprensivo di interni in pelle Nappa Brown, illuminazione interna a LED, rivestimento cielo in tessuto nero, finiture interne cromate, volante e sedili posteriori riscaldabili elettricamente, inserti in legno, inserti cromati su schienale sedili, retrovisore interno Frameless) da 1.150 euro.

Mazda 6
Fonte immagine: https://twitter.com/Mazda_Europe

Motorizzazioni Mazda 6

La gamma di propulsori in dotazione alla 6 comprende due unità a benzina e una a diesel. Quest’ultimo è un 4 cilindri in linea sovralimentato da 2.2 litri (2.191 cc di cilindrata) proposto in due tarature di potenza. La prima versione sviluppa 150 CV e 380 Nm di coppia; viene accoppiata sia al cambio manuale a 6 marce sia alla trasmissione automatica a 6 rapporti; la velocità massima dichiarata dal costruttore è di 211 km/h (cambio manuale) oppure 205 km/h (cambio automatico) mentre il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h è di, rispettivamente, 10 e 10.6 secondi.

La stessa motorizzazione viene proposta in una variante da 184 CV e 445 Nm di coppia; coadiuvata da entrambi i tipi di trasmissione, è disponibile anche con la trazione integrale. Con il cambio manuale, la velocità di punta è di 227 km/h mentre con la trasmissione automatica scende a 220 km/h; grazie a questa motorizzazione, la Mazda 6 raggiunge i 100 km/h da fermo in 8.5 secondi (9 con cambio automatico). Per quanto concerne il consumo di carburante, i riscontri in ciclo misto secondo il protocollo WLTP sono compresi tra i 5.1 e i 5.9 litri ogni 100 km mentre le emissioni vengono quantificate tra i 137 e i 152 g per km.

Per quanto riguarda le motorizzazioni a benzina, l’unità di base è il 2.0 litri (1.998 cc di cilindrata) da 165 CV e 213 Nm di coppia. Disponibile solo con l’allestimento Business, viene coadiuvato dal cambio manuale a 6 rapporti, è in grado di spingere la vettura fino a 216 km/h (214 km/h in versione familiare) e di toccare i 100 km/h da fermo in 9.3 secondi. Il costruttore giapponese dichiara un consumo di carburante in ciclo combinato pari a 6.8 litri ogni 100 km (6.9 l con carrozzeria station wagon).

L’altro motore a benzina della Mazda 6 è il 2.5 litri (2.488 cc di cilindrata) che eroga 194 CV e sviluppa 258 Nm; abbinato solo al cambio automatico a sei marce, raggiunge una velocità massima di 223 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 8.1 secondi; questa motorizzazione registra un dispendio di carburante di 7.4 litri in percorso misto per ogni 100 km percorsi (7.6 l per la carrozzeria station wagon) mentre le emissioni di CO2 dichiarate dal costruttore sono 167 g per km (172 g/ km per la versione SW).

Listino prezzi Mazda 6

La Mazda 6 presenta prezzi di listino di fascia medio-alta. Le versioni con motori a benzina sono offerte a 32.800 euro (motore 2.0 litri) e 37.750 euro (unità da 2.5 litri); i modelli equipaggiati con propulsori diesel hanno prezzi di attacco compresi tra 33.650 euro e 39.250 euro. La Mazda 6 più costosa è la station wagon con cambio automatico e trazione integrale: il prezzo di attacco è di 43.250 euro.

Fonte immagine: https://twitter.com/Mazda_Europe

Fonte immagine: https://twitter.com/Mazda_Europe

ultimo aggiornamento: 22-11-2018

X