Fire-up McLaren 2020: il rombo della nuova monoposto

F1, anche la McLaren svela il suo sound…

Fire-up McLaren 2020, il rombo della nuova monoposto in attesa della presentazione ufficiale prevista per il prossimo 13 febbraio.

Dopo la Ferrari e la Mercedes, anche la McLaren esce allo scoperto il il fire-up del suo motore, l’accensione della power unit e il rombo che caratterizzerà le monoposto in questa stagione.

McLaren
fonte foto https://twitter.com/McLarenF1

McLaren, il fire-up della monoposto del 2020: il rombo del motore

Il mese di febbraio è notoriamente quello delle presentazioni ufficiali e dei primi test in pista. Certo, siamo lontani dalle emozioni che solo le gare sanno regalare, ma siamo a un punto di svolta dell’anno, quando le Scuderie iniziano a studiarsi, a prendere le contromisure e a riflettere sui primi aggiornamenti. Certo, non si può escludere che nei primi giri in pista dell’anno qualcuno preferisca giocare a carte coperte. Viene in mente il caso della Mercedes che lo scorso anno sembrava lontanissima dalla Ferrari, poi al primo Gp in Austrialia ha dettato il passo, ha dominato e ha vinto. Ma questa è un’altra storia.

Intanto gli appassionati di Formula 1 possono ingannare l’attesa con una dolce melodia, quella del rombo delle monoposto, che uniti insieme sulla griglia di partenza andranno a creare la colonna sonora della stagione. Una colonna sonora sempre diversa, con i singoli sound che andranno a combinarsi,a superarsi, a rallentare, ad accelerare. Un suono in continua mutazione che, inutile nasconderlo, ha il suo fascino.

Dopo quello della Mercedes e quello della Ferrari, ecco il rombo della McLaren, che svela ai sui tifosi e agli appassionati delle quattro ruote quello che sarà il suo sound per la prossima stagione.

Di seguito il video con il fire-up della McLaren

McLaren, la presentazione della MCL35

La nuova McLaren sarà presentata il prossimo 13 febbraio, data concordata in seguito a una svista di Norris che in un video su YouTube aveva anticipato il nome della macchina e la data di presentazione. Il video in questione era stato prima rimosso e poi, in un secondo momento, ricaricato.

ultimo aggiornamento: 30-01-2020

X