McLaren MCL38: innovazioni tecniche per un salto di qualità che fatica ad arrivare
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

McLaren MCL38: innovazioni tecniche per un salto di qualità che fatica ad arrivare

Lando Norris

Le innovazioni tecniche e aerodinamiche della McLaren MCL38 che promettono di cambiare le dinamiche della Formula 1.

McLaren si lancia nella nuova stagione di Formula 1 con la MCL38, un modello che promette di rivoluzionare il campo con le sue peculiari soluzioni tecniche. Durante i test pre-stagionali, questa monoposto ha suscitato curiosità e ammirazione, distinguendosi per un’interpretazione ingegneristica audace e innovativa. Nonostante alcune criticità, come una trazione non all’altezza di Ferrari e Red Bull, la vettura ha dimostrato un’ottima bilanciatura, soprattutto nelle sequenze di curve rapide, gestendo bene il sovrasterzo e promettendo miglioramenti significativi rispetto alla stagione precedente.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Lando Norris
Lando Norris

Soluzioni aerodinamiche avanzate

La MCL38 si distingue per il suo approccio unico alla gestione dei flussi aerodinamici, con particolare attenzione all’area dei side pod. La vettura introduce un’innovativa soluzione alare all’ingresso delle pance, che incrementa l’effetto downwash, migliorando così il raffreddamento e la performance aerodinamica. Tale caratteristica è esemplificativa dell’approccio olistico adottato da McLaren, che mira a ottimizzare ogni dettaglio in funzione di una maggiore efficienza complessiva.

Evoluzione meccanica e dinamica del veicolo

Sul fronte meccanico, la MCL38 fa tesoro dell’esperienza maturata nel 2023, confermando soluzioni di successo come lo schema sospensivo pull-rod, e introducendo novità significative come l’allineamento del braccetto dello sterzo con il triangolo inferiore. Queste scelte non solo migliorano l’aerodinamica ma contribuiscono anche a un vantaggio in termini di dinamica del veicolo, grazie alla riduzione delle masse non sospese e all’ottimizzazione della distribuzione del peso.

McLaren non si ferma qui: la MCL38 esplora nuovi orizzonti anche nel design del fondo e dell’estrattore, adottando soluzioni che mirano a massimizzare l’efficienza aerodinamica e l’effetto suolo. La monoposto segue il trend della griglia per quanto riguarda il design del fondo, ma introduce specificità come l’adozione di due sole appendici verticali sull’estrattore laterale, a differenza delle tre presenti nel modello precedente.

Le analisi condotte durante i test pre-stagionali, supportate dall’uso di tecniche avanzate come il flow-viz, hanno rivelato una marcata tendenza al downwash nella zona inferiore dell’undercut, un indizio della ricerca di McLaren nel trovare un equilibrio perfetto tra prestazione aerodinamica e stabilità.

La MCL38 si presenta come un laboratorio tecnologico su quattro ruote, dove ogni dettaglio è studiato per contribuire a un obiettivo comune: migliorare le prestazioni e sfidare i top team. Con una base di partenza promettente e una chiara visione per lo sviluppo futuro, McLaren si conferma come una scuderia da tenere d’occhio nella stagione corrente.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2024 16:43

Cristiano Ronaldo clamoroso: indagato dalla federcalcio saudita

nl pixel