Mediazione tributaria nuovi limiti 2017

Mediazione tributaria, ecco tutte le novità introdotte con la manovrina per tutti quegli atti impugnabili notificati dopo il 1 gennaio 2018

Novità in arrivo per quanto concerne i limiti di mediazione tributaria. E’ stata aumentata, infatti, la soglia limite per ricorrere alla edizione come mezzo deflativo del contenzioso.

Mediazione

Passa da 20 mila a 50 mila la soglia utile per rendere obbligatoria la mediazione tributaria. Si tratta di un aumento introdotto con la recente “manovrina” e riguarda tutti gli atti impugnabili notificati a decorrere dal 1° gennaio 2018. Ma quali sono gli atti soggetti a mediazione tributaria obbligatoria? Prima di tutto ricordiamo che gli atti devono essere stati emessi dall’Agenzia delle Entrate, da Comune, Regione e da agenti di riscossione come Equitalia. Tra gli atti soggetti a mediazione tributaria:

  • avvisi di accertamento e di liquidazione;
  • iscrizione di fermo amministrativo su un veicolo;
  • ipoteca su un immobile;
  • atti e provvedimenti riguardanti imposte e tasse oppure atti di materia catastale.

Per opporsi agli atti tributari si può presentare un ricorso alla commissione tributaria che si potrà concludere con l’accoglimento del reclamo oppure con una mediazione tra il contribuente e l’Ente impositore.

Ricorso Commissione tributaria

Solitamente la fase amministrativa ha una durata di 90 giorni e si attiva in automatico senza il bisogno di presentare un’istanza di mediazione tributaria. Automatica sarà anche la sospensione sia del pagamento che della riscossione entro 90 giorni. La presentazione domanda ricorso dovrà contenere una serie di informazioni:

  • dati fiscali e domicilio del contribuente con indirizzo mail pec;
  • dati finali e domicilio del difensore con mail pec e relativa Procura speciale;
  • i riferimenti dell’atto impugnato;
  • le motivazioni dell’illegittimità;
  • richieste del contribuente;
  • il valore della lite che sale da 20mila euro a 50mila euro.

In fase di ricorso tributario bisogna allegare anche copia conforme dei documenti che il contribuente vuole depositare al momento della costituzione in giudizio. In caso di mediazione, invece, la proposta è di natura facoltativa e dovrà contenere gli stessi requisiti insieme ad una proposta per mediare la controversia.certificato_unicasim

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 01-09-2017

Guide News Mondo

X