Kiev ringrazia la futura premier per le parole contro il presidente Putin.

Giorgia Meloni è uscita dall’ombra e dal silenzio che ha caratterizzato questa prima settimana da vincitrice. Per lei è tempo della responsabilità, come ha detto, e non di festeggiamenti. Le incombenze sono tante e la situazione che l’aspetta è molto complessa, dal caro energia alla guerra in Ucraina. Per la prima volta dalla notte delle elezioni sale su un palco ed è quello di Coldiretti a Milano. Ma a fare notizia in ambito internazionale sono state le sue parole di condanna sull’annessione dei territori ucraini da parte di Putin.

La leader di Fratelli d’Italia ha ribadito il suo atlantismo e il suo impegno a continuare il sostegno all’Ucraina da parte del governo italiano. A pesare nel suo governo saranno le figure filo-putiniane molto vicine al Cremlino fino a poco prima della guerra. “La dichiarazione di annessione alla Federazione russa dopo i referendum farsa svoltisi sotto violenta occupazione militare non ha alcun valore giuridico e politico” ha detto Giorgia Meloni. “Putin dimostra ancora una volta la sua visione neo imperialista di stampo sovietico che minaccia la sicurezza dell’intero continente europeo”.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Zelensky ringrazia Meloni per la sua condanna a Putin

In più Meloni ricorda la necessità di compattezza da parte delle democrazie occidentali contro Putin. Le parole della futura premier sono state accolte positivamente dal presidente ucraino Zelensky che su Twitter ha scritto: «Grazie a Giorgia Meloni per la sua posizione chiara e la dura condanna delle politiche neo-imperialiste russe. Con l’aiuto delle nazioni libere, la terra ucraina si libererà degli invasori russi».

Le dichiarazioni di Giorgia Meloni sono in linea con la condanna espressa da parte dell’Unione europea. I 27 paesi hanno scritto che le minacce di Putin “non scuoteranno la determinazione” dell’Ue. Ora c’è bisogno di unità e compattezza, lo ha detto il premier Draghi e lo ha ribadito Giorgia Meloni anche sulla questione energetica. La leader di FdI ha infatti condannato l’egoismo tedesco e insiste su una misura unitaria europea soprattutto perché per il nostro paese sarà difficile fare interventi senza scostamenti che sia Draghi che Meloni vogliono scongiurare.

Anche il segretario della Lega Salvini si fa sentire puntando però sulla richiesta di pace e disarmo condannando ogni tipo di aggressione e annessione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-10-2022


Governo Meloni, totoministri: per il Ministero chiave scelto il nome di..

Prima uscita pubblica di Giorgia Meloni: “Caro gas dossier urgente”