Meningite, caso sospetto a Bari: morta bimba di 4 anni

La piccola è arrivata all’ospedale Giovanni XXIII di Bari in condizioni gravissime. I medici stanno accertando se si tratta effettivamente di un caso di meningite

chiudi

Caricamento Player...

Una bambina di quattro anni ha perso la vita nell’ospedale Giovanni XXIII di Bari per sospetta meningite. Lo riferisce l’Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia. Inizialmente la piccola era stata ricoverata nell’ospedale Dimiccoli di Barletta, poi l’aggravarsi delle sue condizioni ha portato i medici a suggerire il trasferimento a Bari.  I medici stanno accertando se l’infezione mortale alla bimba sia stata determinata da pneumococco o meningococco, diffondendosi agli organi vitali.

Condizioni critiche

Secondo quanto riferisce l’Ansa, la bambina sarebbe morta alle ore 10 nell’ospedale Giovanni XXIII di Bari, dopo essere arrivata dall’ospedale di Barletta intorno alle ore 8. “La bambina è arrivata – ha dichiarato all’Ansa il dott. Gaetano Petitti, dirigente medico della direzione di presidio del Giovanni XXIII – in condizioni critiche e in coma. In una situazione, quindi, già molto grave e dopo un paio di ore, purtroppo, è deceduta. Saranno eseguiti tutti gli esami necessari per verificare se si tratta o meno di un caso di meningite“.

Psicosi meningite

Intanto in tutta la Puglia è scattata la psicosi meningite. Da giorni i quattro centri di vaccinazione di Bari e provincia registrano dei veri e propri assalti da parte di cittadini ce vogliono tutelarsi contro il batterio. “La gente si è presentata in massa perché ha paura della meningite – hanno dichiarato nel centro di vaccinazione di via Omodeo – molti di loro però si sono presentati senza prenotazione“. Il risultato è che il lavoro del personale è raddoppiato e che i tempi di attesa, soprattutto per chi aveva prenotato per farsi somministrare il vaccino contro l’influenza, si sono allungati di parecchio. Tutta colpa del panico provocato dai tre casi di meningite quasi consecutivi verificatisi negli ultimi giorni.