Cosa significa senso forte connesso ai mercati? E cosa determina tale forza.

Mercato efficiente in senso forte

Come si determina l’efficienza in senso forte di un mercato? Quali sono i parametri che soggiacciono a tale caratteristica?
Questa è una di quelle domande che richiede una risposta ineludibile per chi è abituato a considerare il mercato costantemente e investe su di esso.
Se poi si parla di finanza allora la risposta è davvero rilevante visto che questo è un settore nel quale non raramente l’opinione pubblica si ritrova a porsi domande ricevendo al contempo notizie di grandi manipolazioni, tipo ad esempio quelle sanzionate a più riprese dal governo statunitense che strettamente correlate con la crisi dei mutui subprime.
Si sa che da tale crisi è successivamente scaturita la crisi internazionale che perdura anche oggi e alla luce di ciò l’acquisizione di informazioni inerenti un efficienza forte che riguardi aziende, prodotti finanziari etc…. Acquisisce una rilevanza ancor più importante ai fini di calcolo delle possibilità di investire accuratamente il proprio denaro.

Tre ipotesi distinte

Fama nel 1970 formulò tre differenti ipotesi in merito all’efficienza dei mercati.
La prima ipotesi era quella definita in inglese come:

  • Weak Hypothesis ovvero la forma debole dei mercati.
  • La seconda era quella definita come Semi-Strong Hypothesis ovvero la forma semi forte dei mercati.
  • Infine la terza era quella forte, definita come Strong Hypothesis da Fama.

Nella prima ipotesi, il mercato è efficiente in forma debole quando i prezzi vanno ad incorporare tutte le notizie che possono essere desunte dal mercato.
Nella seconda ipotesi l’analisi del flusso di informazioni disponibili è allargato anche alle informazioni di carattere pubblico.
Nella forma forte invece l’efficienza si realizza quando gli investitori dispongono delle medesime informazioni, in tale condizione vengono tutti messi sullo stesso piano. In questa ipotesi l’assenza di informazioni privilegiate rende l’informazione a pioggia sul mercato, e di fatto impedisce la formazione di posizioni di rendita che possono invece derivare dal possesso di dati che altri non possono ottenere.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 03-05-2017


Agenzie di rating, cosa sono e cosa fanno

Come utilizzare il Bancomat, quali sono le operazioni possibili