Mercato auto, marzo negativo in Europa: -5.2%

Mercato auto Europa: in crescita – seppur leggera –  il computo trimestrale rispetto ai primi tre mesi del 2017. Per FCA si registra un decremento dell’8%.

Secondo i dati diffusi dall’ACEA – l’Associazione Europea dei Costruttori di Auto – in una nota ufficiale del 18 aprile 2018, il mercato auto Europa (ossia i paesi dell’Unione più quelli appartenenti all’Efta) ha fatto registrare, nel mese di marzo, una flessione del 5.3 % (non accadeva dal 2014).

A marzo il primo calo del 2018 del mercato auto Europa

L’andamento negativo del mercato auto Europa di marzo 2018 rappresenta un dato in controtendenza rispetto ai primi due mesi dell’anno; infatti sia a gennaio che a febbraio, la ACEA aveva registrato buone percentuali di crescita (rispettivamente, + 7.1 % e + 4.3 %). Le nuove immatricolazioni a marzo 2018 sono state 1.792.599 ovvero, come detto, il 5.3% in meno rispetto a marzo 2017 (quando le auto immatricolate erano state 1.891.999).

Le nazioni a far registrare i dati più negativi sono state il Regno Unito (- 15.7%), la Danimarca (- 13.2%), la Repubblica Ceca (- 8.7 %), l’Italia (- 5.8 %) e la Germania (- 3.4 %). In controtendenza la Francia ( + 2.2%) e la Spagna (+ 2.1%) tra le grandi potenze mentre spiccano i dati relativi a nazioni come Cipro e Lituania, dove le percentuali di crescita sono a doppia cifra, così come pure in Bulgaria, Croazia e Grecia.

Il dato complessivo, ovvero quello che deriva dal computo dei dati relativi ai paesi membri dell’Unione Europea e i membri dell’EFTA (Norvegia, Svizzera, Islanda e Liechtenstein), è quasi lo stesso: il calo delle immatricolazioni auto in Europa corrisponde al 5.2%, dovuto alle quasi centomila unità in meno immatricolate a marzo 2018 (1.836.960 contro le 1.937.984 del marzo 2017). Da notare che nei soli paesi EFTA il calo percentuale è stato del 3.5 %.

La crescita rispetto al primo trimestre del 2017

Se marzo è stato un mese di fatti negativo, il quadro trimestrale invece è (leggermente) in positivo. Si registra infatti una timida crescita (+ 0.7%) nei confronti dello stesso periodo dello scorso anno. Tenendo conto anche dei dati concernenti i paesi EFTA (- 4.5%), il prospetto resta comunque in positivo (+ 0.6%). Le immatricolazioni del primo trimestre 2018 ammontano a 4.171.628, quasi trentamila in più rispetto ai 4.140.974 dello stesso arco di tempo dell’anno precedente.

Trimestre positivo per l’Olanda (+ 13.6), la Spagna (+ 10.5%) e la Germania (+ 4%). Di contro, fanno registrare un saldo negativo rispetto al primo trimestre del 2017 il Regno Unito (- 12.4%) e la Danimarca (- 5%). Per l’Italia, una timida flessione (-1.5%).

Mercato Auto Europa
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/khalawl/39114186624

Il quadro dei singoli marchi

Marzo 2018 è stato un ottimo mese per il Gruppo PSA che fa registrare un aumento delle immatricolazioni che sfiora il 60% (+59.7), spiegabile con l’acquisizione della Opel/Vauxall a fare da discriminante rispetto al marzo 2017. Male la Ford (- 14.9 %) e la Nissan (- 17.8%), seguite dal Gruppo Renault (- 3.2%) malgrado le recenti voci di fusione con la Nissan) e dalla BMW (-5.8%). Bene diversi marchi asiatici (Toyota a parte, giù del 4.3%), quali Honda, Kia e Hyundai.

Mese negativo per le immatricolazioni del Gruppo FCA (-8%); a penalizzare il colosso italo-americano sono i cali di FIAT (- 12.4%), Lancia/Chrysler (-37.5 %) e degli altri marchi (tra cui Maserati e Dodge, in ribasso di oltre 30 punti), bilanciati solo in parte dalla crescita della Jeep (+ 42.4 %).

Sul trimestre, invece, le percentuali sono le seguenti: Gruppo VW (+ 5.4 %), Gruppo PSA (+ 65.9), Gruppo Renault (+ 3%), Ford (- 15.7%), Gruppo FCA (- 4.3 %), BMW (- 1.6%), Toyota (+ 1.6%), Nissan (- 11%), Hyundai (+ 7.6%), Kia (+ 5.2 %), Honda (+ 3.6 %).

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/meghimeg/4306140388

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/khalawl/39114186624

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-04-2018

Redazione Napoli

X