Previsioni di fatturato in crescita nel continente asiatico per Clabo; Giglio Group, una delle aziende che presenta risultati in forte aumento e guarda allo STAR; Gala si espande nell’innovazione tecnologica.

Clabo, l’impresa specializzata nella produzione e commercializzazione di vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, ha visto avviare la copertura da parte di Intemonte con una raccomandazione Buy e un target price di 1,50 euro per azione. L’amministratore delegato Pierluigi Bocchini ha spiegato lo scorso novembre, durante la presentazione agli investitori del piano strategico 2017-2020, che l’area Euro rimarrà la più importante in termini di fatturato anche a fine piano, ma sarà l’Asia la regione a più alto tasso di crescita, prevedendo nel complesso un incremento medio annuo dei ricavi, tra il 2016 e il 2020, del 36% annuo, con un obiettivo a 8,9 milioni di euro.

Giglio Group, network televisivo e multimediale globale nato a Roma nel 2003, ha presentato lo scorso novembre risultati in forte  crescita per i primi nove mesi del 2016, con ricavi in aumento del 136% a 23,5 milioni di euro e un utile netto di 1,9 milioni, in crescita del 13% rispetto ai primi 9 mesi del 2015. Il titolo, in salita dal mese di settembre, ha beneficiato anche della notizia che Eutelsat ha scelto la  controllata M-Three Satcom per il servizio di diffusione tramite il canale Hot Bird. La società ha definito il team di professionisti che supporterà la società stessa  nella definizione del piano strategico necessario in vista del passaggio dal mercato AIM al mercato STAR di Borsa Italiana, previsto entro l’estate del 2017.

Il gruppo Gala, tramite Gala Lab, ha concluso l’ingresso nel capitale di Aster, azienda di Roma che si occupa di progettazione e sviluppo di sistemi a elevata innovazione tecnologica, tesi a soddisfare la crescente domanda proveniente dal settore pubblico e privato. L’investimento è stato pari a 0,3 milioni di euro, per una partecipazione al capitale del 6,25% di Aster, quota che potrà salire fino al 35% entro il 2018 senza ulteriori investimenti attraverso un meccanismo di earn-out. Aster ha sedi in Algeria e Bahrain e un fatturato di 5 milioni di euro, con l’estero che partecipa per il 40% al volume d’affar

Altri articoli dell’autore                                                                                                                                                                                                                       D.Z. | Unicasim

certificato_unicasim

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
AIM clabo gala giglio imprese star

ultimo aggiornamento: 13-12-2016


Esistono delle carte di credito gratuite?

Intesa Sanpaolo: Sharing Italy, tra pensatori e imprenditori si immagina il futuro