Mercato Inter, il Chelsea si fionda su Icardi

Il Chelsea di Roman Abramovich è pronto a bussare alla porta dell’Inter per portare a Londa l’attaccante argentino Mauro Icardi

Mauro Icardi continua a far parlare di se oltre che per le prestazioni in campo anche in chiave calciomercato. L’attaccante argentino è finito da tempo nel mirino del Real Madrid e ora piace anche al Chelsea di Maurizio Sarri pronto a sfidare i Blancos nella corsa al capitano interista.

Chelsea su Icardi: Abramovich pronto all’assalto

L’interessamento dei Blues per il capitano interista nasce dalla delusione del proprio allenatore Maurizio Sarri nei confronti  di Alvaro Morata, protagonista fino a questo momento di una stagione sottotono rispetto alle aspettative. L’ex allenatore del Napoli, che aveva cercato l’attaccante argentino già nella sua esperienza sulla panchina dei partenopei, ha chiesto al suo presidente un attaccante e Icardi rientra tra i profili seguiti con maggiore attenzione.

Roman Abramovich si sarebbe convinto a dare al proprio allenatore un attaccante di peso anche per rilanciare ulteriormente il suo club. Per questo secondo quanto riportato dal Mirror, il presidente dei Blues starebbe mettendo la parte i 110 milioni di euro della clasuola rescissoria per strappare il giocatore all’Inter. Cifra questa che dato l’interesse del Real Madrid dovrà essere accompagnata da un sostanziale ingaggio per convincere il giocatore a trasferirsi in Inghilterra e non in Spagna.

Mauro Icardi
fonte foto https://twitter.com/Inter

Ancora distanza per il rinnovo tra l’Inter e Icardi

Il capitano nerazzurro insieme al suo entourage ha da tempo avviato i contatti per il rinnovo di contratto che sembra ancora lontano. La distanza maggiore è quella relativa all’ingaggio che Icardi dovrà percepire. Wanda Nara, moglie-agente del giocatore, è ferma sulla su riechiesta di 8 milioni di euro a stagione, con la società nerazzurra che sembra  disponibile ad arrivare a 7 milioni di euro complessivi al raggiungimento di determinati bonus.

Le parti oltre che sull’ingaggio sono distanti anche sul valore della clausola rescissoria. L’entourage del giocatore vuole mantenerla in modo tale che il giocatore possa decidere se andare via o meno senza dover passare dalla società. Inter che però, soprattutto dopo l’arrivo di Marotta, è intenzionata ad eliminarla del tutto.

ultimo aggiornamento: 08-01-2019

X