Mercato: Milan alla FIFA contro il Trabzonspor per Kucka e Sosa!

Il Milan è molto attivo sul mercato e non solo. I rossoneri, infatti, si sarebbero rivolti alla FIFA per avere 13 milioni dal Trabzonspor

L’onda lunga dei trasferimenti di Juraj Kucka e José Sosa arriva fino a questo inizio di 2019. I due calciatori non fanno più parte del Milan già dall’estate del 2017. A quanto pare, però, il club di via Aldo Rossi ha ancora un contenzioso aperto con la società turca. Le cifre che ballano sull’asse Milano-Trabzon, fra l’altro, sono assai significative: soprattutto per una squadra, come quella rossonera, costretta a fare i conti con la mannaia del Fair Play Finanziario e l’obiettivo del pareggio di bilancio in tre anni. Ecco i dettagli della vicenda.

Milan: mancano 13 milioni di euro di tasse di trasferimento

La notizia, clamorosa, è stata diffusa per prima dall’emittente CNN Turchia. Il Milan si starebbe rivolgendo alla FIFA per avere giustizia. Il Trabzonspor, infatti, non avrebbe saldato ai rossoneri l’ingente somma di 13 milioni di euro corrispondente alle tasse di trasferimento per i cartellini di José Sosa e Juraj Kucka.

Le due cessioni erano state perfezionate nell’estate del 2017. Sosa, classe 1985 (ex Napoli) e Kucka (1987, ex tra le altre del Genoa) avevano lasciato il club rossonero in occasione del portentoso restyling ideato dalla coppia Fassone-Mirabelli.

Juraj Kucka
Fonte foto: https://www.facebook.com/KuckaOfficialFanpage/

FIFA, primo provvedimento: mercato bloccato per i turchi

La Federazione internazionale, senza batter ciglio, avrebbe immediatamente predisposto la prima sanzione diretta al club che milita nella Super Lig turca. Blocco totale del mercato, fino al momento in cui non vengano saldati i 13 milioni che, per accordo, spettano al Milan.

Si tratta di un nuovo, fondamentale fronte caldo in un gennaio che si prospetta bollente per Leonardo e soci. Il mercato infatti impazza, mentre a fine mese il club dovrà nuovamente affrontare la grana legata alla richiesta di risarcimento milionaria avanzata dall’ex amministratore delegato Fassone.

ultimo aggiornamento: 04-01-2019

X