Mercato Milan, Bertolacci ha detto no al Genoa: ecco il perché

Il centrocampista rossonero era stato inserito nell’affare-Piatek, salvo poi dire no all’operazione. Il motivo è di natura strettamente economica

Andrea Bertolacci rimarrà un calciatore del Milan, fino alla naturale scadenza del suo contratto prevista per il prossimo 30 giugno 2019. Il suo destino, fino a qualche ora fa, era quello di tornare per la terza volta a vestire la maglia rossoblu, entrando a far parte della mega-operazione che ha portato il polacco Piatek in rossonero. Il suo secco “no”, però, ha fatto cambiare le carte in tavola a Milan e Genoa, accordatisi poi per la cifra di 35 milioni di euro, da pagare subito. Piatek, invece, andrà a guadagnare 2 milioni a stagione più bonus.

Bertolacci: no buonuscita, no Genoa!

Il perché del “gran rifiuto” di Andrea Bertolacci è in realtà molto semplice. L’entourage del calciatore, infatti, chiedeva al Milan la buonuscita per la rescissione anticipata del contratto, cosa che il club di via Aldo Rossi ha però rifiutato.

Il calciatore classe 1991, quindi, ha preferito rimanere a Milano, rispettando fino alla fine il contratto che lo lega al club meneghino. Molto probabilmente, però, Bertolacci sarà costretto a vivere i prossimi sei mesi a Milanello quasi da separato in casa.

Andrea Bertolacci Milan-Fiorentina

Bertolacci-Genoa: l’atto terzo è rinviato a luglio?

Il rientro sotto la Lanterna di Andrea Bertolacci per la sua terza avventura in maglia genoana, dunque, è rinviato di almeno sei mesi. E’ probabile, infatti, che dopo la naturale scadenza dell’accordo che lega l’ex centrocampista del Lecce al Milan, le parti si incontrino per trovare un nuovo accordo.

L’atleta ha già vestito la maglia genoana in due occasioni. La prima dal 2012 al 2015: tre anni ricchi di gol e soddisfazioni che hanno spalancato a Bertolacci le porte del Milan e della Nazionale azzurra. La seconda è stata nella scorsa stagione, quando proprio i rossoneri hanno girato il calciatore in prestito al club rossoblu.

ultimo aggiornamento: 23-01-2019

X