Il RB Lipsia continua a corteggiare Hakan Calhanoglu, come lo scorso gennaio. All’epoca Gattuso disse no: adesso potrebbero esserci le condizioni per un sì

Le voci di un ritorno in Bundesliga, per Hakan Calhanoglu, continuano periodicamente a farsi sentire. Nel corso della finestra di mercato invernale, ad esempio, Lipsia e Schalke 04 avevano provato a sondare il terreno col Milan, per comprendere se ci fossero le condizioni per chiudere l’affare. Gattuso, in quel caso, si oppose con un secco no: il calciatore turco era al centro del suo progetto tattico in rossonero e, quindi, ogni porta fu chiusa a un affare che avrebbe potuto portare in cassa una cifra vicina ai 20 milioni di euro.

Calhanoglu e il “no” di Gattuso al Lipsia

Adesso, però, Gennaro Gattuso non c’è più. Marco Giampaolo ha chiesto e ottenuto nuovi interpreti per il suo centrocampo fatto di tecnica e piedi buoni: il posto per il numero 10, quindi, potrebbe restringersi in maniera sensibile. Da qui ecco l’ipotesi del Corriere dello Sport, secondo cui sarebbe lo stesso Calhanoglu a poter decidere di spingere per una cessione all’estero.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu

Calhanoglu, gerarchie cambiate con Giampaolo

Ecco che, in questo caso, il RB Lipsia sarebbe di nuovo pronto a bussare alle porte. Il Milan, fra l’altro, ha bisogno di liquidità sia per ripianare il pesante debito, che per finanziare almeno in parte l’ultimo colpo grosso in entrata: quello di Correa in avanti. La situazione di Calhanoglu resta al momento fluida e, nella settimana post-ferragostana, potrebbe sbloccarsi definitivamente.

Di doppia nazionalità tedesca e turca, Hakan Calhanoglu vanta una grande esperienza in Bundesliga. Cresciuto al Karlsruhe, il centrocampista offensivo ha giocato una stagione ad Amburgo e ben tre al Bayer Leverkusen. Quindi l’approdo al Milan, nell’estate del 2017. Per lui, in rossonero, sono giunte 91 presenze e 12 gol.

milan

ultimo aggiornamento: 15-08-2019


Paulo Dybala assoluto protagonista a Villar Perosa. Resta in bianconero?

Il Liverpool vince la Supercoppa Europea. Il Chelsea si arrende ai rigori