Mercato Milan, tre nomi per un gennaio in salsa low cost

Il mercato del Milan riprende quota dopo l’incontro a Nyon e la trattativa con la Bgb; non ci saranno spese folli ma qualche rinforzo può arrivare.

chiudi

Caricamento Player...

Il Milan incassa la fiducia e torna sul mercato. Le buone sensazioni sull’incontro con l’UEFA per il voluntary agreement e l’accordo con la Bgb Weston per rifinanziare il debito con il Fondo Elliott danno ossigeno alla dirigenza rossonera e scacciano gli spettri di un mercato deciso e vincolato in maniera imprescindibile da Nyon. L’impressione è che i rossoneri, mantenendo fede al business plan presentato nei giorni scorsi, possa godere di una buona autonomia e tornare a pensare al mercato, chiamato a puntellare la rosa a disposizione di Vincenzo Montella con qualche cessione e qualche innesto (Milan, ecco la prima cessione di gennaio). Nessun big ovviamente, né in entrata né in uscita, ma qualche rinforzo intelligente Massimiliano Mirabelli sembra intenzionato a portarlo a casa.

Massimiliano Mirabelli mercato Milan
MASSIMILIANO MIRABELLI

Tre nomi sulla lista di Mirabelli: il mercato del Milan si muove

Non è da escludere che il Milan possa pensare di imitare Adriano Galliani e tentare di portare a termine un operazione in stile Deulofeuun prestito secco e poi a fine anno si vedrà. La dirigenza rossonera nel corso dell’estate ha dato in realtà l’impressione di non gradire una soluzione di questo tipo, preferendo magari puntare su qualche giocatore meno quotato ma di prospettiva.

Il primo obiettivo resta Jakub Jankto: l’Udinese spara alto e chiede almeno venticinque milioni di euro per il cartellino di un giocatore che difficilmente lascerà Udine a gennaio. Difficile ma non irraggiungibile, il Milan potrebbe ammortizzare la spesa con un paio di cessioni non illustri.

La prima alternativa, tanto per rimanere in casa Udinese, è Fofana; il giocatore è importante ma non imprescindibile per i bianconeri. Il costo del cartellino si aggira intorno ai quindici milioni di euro, cifra non bassa ma decisamente più ragionevole. A differenza del compagno di squadra, Fofana non ha scatenato l’interesse delle big d’Europa. L’unico problema però è legato alla cessione di Jankto: difficile infatti che i friulani possano rinunciare a entrambi i giocatori.

Ipotesi meno suggestiva ma non da escludere è quella che porta a Duncan. Scuola Sassuolo, il giocatore è visto da molti come il sostituto naturale di Kessié, quello che di fatto serve al Milan a gennaio. Il giocatore potrebbe lasciare i nero-verdi anche per dieci-dodici milioni di euro, ma i suoi continui infortuni preoccupano Mirabelli e Montella.

Il colpo di scena potrebbe chiamarsi Leon Goretzka. Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, il Milan avrebbe superato la Juventus nella corsa al centrocampista. L’idea più logica sarebbe quella di prelevarlo a parametro zero al termine della stagione, ma una piccola offerta a gennaio potrebbe convincere e fare contento lo Schalke e chiudere definitivamente una trattativa che rischia pericolosamente di riaprirsi da qui al termine del campionato.