Mercato Milan: tutti pazzi per Zlatan Ibrahimovic in rossonero!

Mercato Milan: tutti pazzi per Ibrahimovic!

Si rincorrono le voci su una trattativa che sembra ormai in dirittura d’arrivo. Novità anche sull’accordo: si parla di “Formula Beckham”

Non si tratta di una nuova disciplina motoristica, né tanto meno di un nuovo composto chimico. La “Formula Beckham” è semplicemente la modalità con la quale Adriano Galliani, dieci anni fa, era riuscito a portare David Beckham in rossonero, nonostante il suo contratto in essere con i Los Angeles Galaxy. Sei mesi di prestito secco, quindi ritorno negli Stati Uniti con la possibilità di ridiscutere eventualmente i termini della eventuale permanenza a Milanello. Una idea che si sta riproponendo per Zlatan Ibrahimovic, il cui arrivo a Milano mette sempre più d’accordo gli addetti ai lavori.

Pierpaolo Marino: “Il Milan ha bisogno di tre punte”

L’ultima “benedizione” all’Ibra-bis in maglia rossonera arriva da un grande conoscitore di calcio come Pierpaolo Marino. L’ex diesse di Napoli, Udinese, Roma e Atalanta motiva così la sua idea: “Il Milan punta su Ibrahimovic non perché andrà via Higuain, ma perché ha la necessità di avere tre attaccanti in rosa. Gattuso adesso ha cambiato modulo e utilizza due uomini offensivi. Ibra può integrarsi con qualsiasi attaccante, non esiste alcun problema di convivenza“.

Zlatan Ibrahimovic
Fonte foto: https://www.facebook.com/ZlatanIbrahimovic

Repubblica, Luca Pagni spiega i perché del sì a Ibra

Luca Pagni, giornalista di Repubblica inizialmente scettico sull’operazione-Ibrahimovic, ha analizzato i motivi che avrebbero spinto Leonardo e Maldini ad avallare il rientro a Milano dell’attaccante svedese. “Forza fisica: il Milan ha un deficit di stazza nei confronti delle squadre più accreditate. Ibra non ha certo questo problema, solitamente è lui che incute timori ai difensori“.

Esperienza: lo svedese sa come si vince, sa quando colpire, sa come scuotere i compagni. Il suo apporto sarà fondamentale. Più gol per Cutrone: se si pone nell’atteggiamento giusto, potrà imparare molto, visto che è un giocatore che si basa molto sulla forza e a cui piace fare a sportellate. Higuain, meno responsabilità: l’emotività gli combina brutti scherzi, con Ibra queste responsabilità saranno condivise“.

ultimo aggiornamento: 24-11-2018

X