Mercato: Quagliarella rinnova con la Samp, Milan addio

Fabio Quagliarella rinnova con la Sampdoria fino al giugno del 2020. La notizia, nell’aria, pone di fatto fine al corteggiamento del Milan

Fabio Quagliarella come Zlatan Ibrahimovic: nessuno dei due esperti attaccanti andrà al Milan a ricoprire il ruolo di terza punta, necessario dopo il cambio di modulo attuato da Gennaro Gattuso. Dopo la rinuncia ufficiale allo svedese, pronunciata dallo stesso Leonardo, anche l’attaccante italiano ex Torino e Juventus si è definitivamente allontanato dalla società di via Aldo Rossi. E’ infatti una certezza il rinnovo con la Sampdoria, fino al giugno del 2020. L’accordo con la squadra genovese per il prolungamento di un anno verrà ufficializzato a breve.

Milan-Quagliarella, niente da fare

La possibilità di vedere Fabio Quagliarella al Milan, dunque, si sono arenate in maniera pressoché definitiva dopo la notizia del prolungamento contrattuale di un anno con i doriani. Leonardo, infatti, aveva contattato la punta trentacinquenne, in scadenza il prossimo giugno, con l’obiettivo di portarlo in rossonero a parametro zero.

Tentativo andato a male. Quagliarella continuerà a deliziare il pubblico del Ferraris con reti da antologia, mai banali e molto spesso decisive. La notizia della stretta di mano (per ora virtuale) tra blucerchiati e calciatore è stata data dal’esperto di calciomercato Gianluca Di Marzo su Sky Sport 24.

Alexandre Pato
Fonte foto: https://www.facebook.com/pato/

Milan, per l’attacco la priorità è Alexandre Pato

La prima scelta per il reparto offensivo, dunque, rimane quella di Alexandre Pato. Il calciatore, attualmente in forza al Tianjin Quanjian, è “prigioniero” di una clausola rescissoria di 25 milioni di euro, con un ricchissimo contratto fino al 31 dicembre 2019.

I 9 milioni di euro l’anno che percepisce sarebbero un ostacolo troppo grande per il suo ritorno in rossonero. Il Milan proverà ad aggirare il problema proponendo un prestito con diritto di riscatto, unito a una significativa riduzione del suo ingaggio. Il tutto, con la prospettiva di far rientrare il calciatore in un campionato ben più competitivo di quello cinese.

 

ultimo aggiornamento: 18-12-2018

X