Mercedes W 25: la tecnica

Per realizzare la Mercedes W 25 i tecnici tedeschi sezionarono ed esaminarono in ogni sua parte un’Alfa Romeo P3. Decisero di incrementarne le prestazioni creando un mostro a otto cilindri.

Per progettare la W 25, i tecnici della Mercedes esaminarono a fondo un’Alfa Romeo P3 che il pilota Rudolf Caracciola aveva acquistato in proprio e che aveva poi profondamente danneggiato a Montecarlo. La Mercedes acquistò il relitto e lo ricostruì perfettamente, utilizzando poi la P3 per una lunga serie di prove su strada e in pista. L’otto cilindri della W 25 era in pratica costituito da due quattro cilindri montati in linea con distribuzione a due alberi a camme e quattro valvole per cilindro; inizialmente la cilindrata era di 3.360 cc ottenuta con alesaggio e corsa di 78 x 88 mm, l’alimentazione era fornita da due carburatori Mercedes-Benz e la sovralimentazione affidata a un compressore volumetrico Roots. La potenza inizialmente era di 354 CV a 5.800 giri, successivamente aumentata a 398 CV grazie a un incremento della cilindrata a 3.710 cc e all’impiego di un carburante speciale costituito per l’86% da alcol metilico, per il 4,4% da nitrobenzolo, per l’8,8% da acetone e per lo 0,8% da etere.

Nel 1935 l’otto cilindri fu portato a 3.990 cc con potenza di 430 CV. Questo motore esigeva consumi molto elevati, pari a 100 litri per 100 km, ciò che costrinse i tecnici della Mercedes a studiare un nuovo carburante composto per il 40% da alcol metilico, per il 24% da alcol etilico, per il 32% da benzolo e per il 4% da un prodotto segreto, definito “supercarburante”. L’impiego di questa miscela, chiamata XM, ridusse il consumo a circa 75 litri per 100 km, un valore accettabile. Per contrastare le super-potenze delle Auto Union a motore centrale progettate da Ferdinand Porsche, i progettisti della Mercedes realizzarono per la W 25C (costruita in soli quattro esemplari) un nuovo albero a gomiti per l’otto cilindri che con un alesaggio di 82 mm e una corsa di 102 mm fornì la cilindrata di 4.310 cc con potenza di 462 CV.

Guarda tutte le foto storiche

Questo risultato però non era più sufficiente per contrastare le concorrenti, tra le quali si erano inserite anche le Alfa Romeo della squadra di Enzo Ferrari, che vantava tra i piloti Tazio Nuvolari. Così, potendo contare su un nuovo progettista, Rudolf Uhlenhaut, venne realizzato un otto cilindri di 4.740 cc, ottenuta con l’alesaggio di 86 mm e la corsa di 102 mm: la potenza, conseguentemente, grazie anche ad un compressore volumetrico di maggiori dimensioni, arrivò a 473 CV. Non contento di questo risultato, Rudolf Uhlenhaut (che nel frattempo era diventato anche direttore sportivo) decise un ulteriore aumento della cilindrata: 5.560 cc per un alesaggio e corsa di 94×102 mm, con potenza di 488 CV.

Rudolf Uhlenhaut aveva un pregio non indifferente che, per il suo lavoro, risultava determinante: era un valido collaudatore delle vetture da corsa Mercedes e sapeva ottenere tempi, in pista, uguali a quelli dei piloti ufficiali e, in non poche occasioni, addirittura migliori. Durante la stagione dei Gran Premi del 1936, Uhlenhaut provvide a incrementare il passo da 2460 a 2725 mm, ad eliminare le vibrazioni del ponte posteriore e a migliorare, nei limiti del possibile, la rigidità del telaio. Non contento di queste modifiche, decise di non partecipare all’ultima gara dell’anno, cioè il Gran Premio d’Italia. Per il 1937 fu realizzato un nuovo telaio con tubi di sezione ovale, molto più resistente e al tempo stesso molto leggero, appena 52 kg, destinato al modello W 125 che avrebbe sostituito l’ultima evoluzione della W 25. In attesa di un motore del tutto inedito, l’otto cilindri venne portato a 5.660 cc (con alesaggio e corsa di 94×102 mm) e la potenza a 646 CV. La W 25 aveva un passo (distanza fra i due assi delle ruote) di 2.725 mm, con lunghezza di 4.040, larghezza di 1.770 e altezza di 1.160, mentre la W 125 presentava un interasse di 2.798 mm con lunghezza di 4.200, larghezza di 1.750 e altezza di 1.200 mm.

Leggi la prima parte

ultimo aggiornamento: 01-05-2015

X