Il messaggio del presidente Mattarella vittime mafia

Il presidente Mattarella: “Le mafie sono un cancro per la società”

Il messaggio del presidente Mattarella nella Giornata della Memoria per le vittime innocenti della mafia. Sospese tutte le celebrazioni.

ROMA – L’emergenza coronavirus non ha fermato il messaggio del presidente Sergio Mattarella in questa Giornata della Memoria per le vittime innocenti della mafia. Il Capo dello Stato ha voluto ricordare tutte le persone che sono state uccise negli anni scorsi.

Le celebrazioni per la situazione che sta attraversando il nostro Paese sono state spostate in autunno.

Il messaggio di Sergio Mattarella

Il messaggio del Capo dello Stato è stato pubblicato sul sito ufficiale del Quirinale: “Ricordiamo le donne e gli uomini che hanno pagato con la vita l’impegno coerente contro le mafie […]. Questa Giornata della Memoria è nata nella società civile, tra i giovani che vogliono costruire il loro futuro nella dignità e nella legalità che, sola, può garantire il rispetto e la parità dei diritti delle persone. Il Parlamento ha poi deciso di dare a questo giorno la solennità di una ricorrenza civile“.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella (fonte foto: https://www.quirinale.it/)

“Le mafie sono un cancro per la società”

Il presidente ha anche ricordato che “tutti i nomi sono impressi nella nostra storia e nulla potrà cancellarli. Il ricordo si lega a un impegno civile: quelle testimonianze, quegli esempi indicano un percorso di civiltà“.

Le mafie – ha concluso il Capo dello Stato – cambiano le forme, i campi di azione, le strategie criminali. Sono un cancro per la società e un grave impedimento allo sviluppo. Occorre vigilanza, e la consapevolezza deve farsi cultura. Occasioni come queste ci aiutano a riflettere insieme. Sconfiggeremo ed estirperemo le mafie. Con l’azione delle istituzioni, con la coesione della comunità, con il protagonismo dei cittadini“.

Le celebrazioni e la lettura dei nomi è stata rinviata in autunno vista l’emergenza coronavirus. Ma nulla e nessuno potrà far dimenticare queste persone uccise dalla mafia negli anni scorsi.

fonte foto copertina https://www.quirinale.it/

ultimo aggiornamento: 21-03-2020

X