Nel modenese una donna di 35 anni muore dopo un trattamento estetico al seno fatto in casa.

E’ la storia tragica di Samantha Migliore, una giovane mamma di 35 anni che si è sottoposta ad un trattamento estetico al seno fatto in casa in seguito al quale si sarebbe sentita male. La persona responsabile di questo trattamento estetico casalingo si è data alla fuga, appena sono giunti i sintomi del malore. Migliore è morta ieri pomeriggio a Maranello. La persona ricercata poi si sarebbe costituita dai carabinieri a Cento nel Ferrarese.

Samantha Migliore, inoltre, solo nel novembre del 2020, era stata vittima di un tentato femminicidio a cui era sopravvissuta. L’ex fidanzato le aveva sparato alla testa e in seguito fu condannato a sette anni di carcere. Questa volta Migliore non è riuscita a salvarsi ed è morta a causa di una infiltrazione al seno per fini estetici. Fortunatamente, la donna non era sola ma erano presenti i suoi familiari che appena si è manifestato il malore hanno chiamato i soccorsi, mentre l’autrice del danno si dava alla fuga.

Carabinieri
Carabinieri

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Ignota la sostanza che è stata iniettata nel seno di Migliore

Secondo le prime ipotesi, prima dell’autopsia che chiarirà anche il tipo di sostanza iniettata, le cause del decesso di Samantha uno choc anafilattico o un arresto cardiocircolatorio. Non è servito a niente il tentativo di rianimazione di circa un’ora del 118. “Il trattamento a cui si è sottoposta la signora Samantha Migliore (puntura volta a sollevare il seno) è un trattamento medico” e non estetico, precisa Roberto Papa, segretario nazionale di Confestetica. A causare la morte della 35enne, “è stata chi ha esercitato abusivamente la professione sanitaria punibile dall’art. 348 c.p., che nulla ha a che vedere con i trattamenti estetici svolti dalle estetiste”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-04-2022


Caso Maddie: dopo 15 anni c’è un sospettato

Spari a Washington vicino a una scuola: almeno 4 feriti