Bardonecchia, recuperato il corpo di un migrante: stava cercando di andare in Francia

Il corpo senza vita di un migrante è stato trovato vicino Bardonecchia. La vittima molto probabilmente stava cercando di andare in Francia.

BARDONECCHIA (TORINO) – Nuova tragedia al confine tra Italia e Francia. Il corpo senza vita di un migrante è stato trovato vicino Bardonecchia. A restituire il cadavere il fiume Dora con la vittima che molto probabilmente è morta mentre stava cercando di andare nella nazione transalpina.

Un percorso pieno di ostacoli per i rifugiati che mettono a rischio anche la propria vita. E forse proprio mentre cercava di superare una delle difficoltà, il profugo ha perso l’equilibrio ed è precipitato per diversi metri e finito nel fiume Dora.

Migrante morto a Bardonecchia

L’allarme è stato lanciato da un passante che ha rinvenuto il corpo ormai senza vita del migrante non molto distante da Bardonecchia. Il recupero non è stato semplice con il magistrato che ha autorizzato l’autopsia per accertare le cause della morte e l’identità del profugo. L’avanzato stato di decomposizione, infatti, non facilita il compito degli inquirenti.

Il cadavere, almeno secondo le prime indiscrezioni, presenta delle lesioni compatibili con una caduta dall’alto. L’ennesima tragedia dei migranti che via terra e via mare cercano una strada sicura per continuare la propria vita.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

L’accusa di Rainbow 4 Africa: “Vittima del clima di odio”

La notizia della morte è stata confermata anche dall’associazione Rainbow 4 Africa che ormai da due anni assistono i migranti a Bardonecchia: “Il ritrovamento dell’ennesimo cadavere nella Dora ci riempie di dolore e cordoglio. La montagna restituisce le vittime di quel clima di odio e di razzismo che ha avvolto l’Italia ormai da troppo tempo“.

Un clima – continua la nota citata da La Repubblicache genera paura tale da muovere i più disperati, quelli che hanno perso ogni speranza di futuro in questo Paese, a cercare vie sempre più difficili e impervie per passare il confine“.

ultimo aggiornamento: 08-09-2019

X