Migranti, l’appello di Aquarius: “Abbiamo bisogno di un porto sicuro”

La nave Aquarius ha lanciato un appello all’Unione Europea: “Abbiamo bisogno di un porto sicuro per fornire l’assistenza necessaria ai migranti”.

ROMA – La nave Aquarius ha chiesto aiuto all’Unione Europea per poter attraccare con 141 migranti a bordo. La ONG è da due giorni in mare ancora non ha ricevuto l’ok per fare sbarcare i profughi che sono stati soccorsi nei giorni scorsi. Per provare a sbloccare la situazione attraverso il profilo di Twitter ha lanciato un appello chiedendo “un porto sicuro, il più vicino possibile. Le condizione di salute delle persone soccorse sono stabili, ma molti sono estremamente deboli e poco nutriti“.

Al momento non è arrivata nessuna risposta ma difficilmente le nazioni si faranno altro carico di profughi. Ci si aspetta una nuova settimana ricca di polemiche tra i Paesi per cercare di trovare il porto più sicuro per fare attraccare la nave e consentire ai migranti di essere curati nel miglior modo possibile.

Nave Aquarius
fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Migranti, Aquarius: “Alcune navi si sono rifiutate di soccorrere i migranti”

La nave Aquarius ha lanciato un nuovo attacco all’Unione Europea. Il coordinatore di Msf a bordo del mezzo, Aloys Vimard, ha dichiarato che “alcune navi potrebbero non essere disposte ad aiutare i profughi in difficoltà con il rischio di rimanere bloccate e di vedersi negare un luogo sicuro di sbarco. Le politiche che hanno come obiettivo di negare a tutti i costi alle persone di raggiungere l’Europa si traducono in maggiori sofferenze ma anche viaggi più rischiosi per persone che sono più vulnerabili“, ha riportato Repubblica.

Parole che sanno di chiara accusa a tutti quei Paesi che hanno deciso di chiudere i porti alle ONG per evitare l’arrivo di altri migranti. Un nuovo calvario per Aquarius sembra essere iniziato in un agosto nero per quanto riguarda i migranti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.defranco

ultimo aggiornamento: 13-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X