Migranti, la Francia avrebbe provato a respingere anche i minorenni

Migranti, la Francia avrebbe provato a respingere anche minorenni ignorando le norme del trattato di Dublino.

I riflettori dell’Italia restano puntati sul confine con la Francia, dove nelle ultime settimane sarebbero state rilevate delle attività irregolari compiute dalla Gendarmeria francese. Noto ormai il caso di Claviere, con lo stesso ministro italiano Matteo Salvini che ha condiviso sulla propria pagina Facebook un video che  mostra le autorità francesi mentre riportano un gruppo di migranti in territorio italiano.

Migranti, la Francia avrebbe provato a respingere anche dei minorenni

Nelle ultime ore dal Viminale hanno fatto sapere che la Francia avrebbe provato a respingere anche dei minorenni, cui sarebbe stato inizialmente negato asilo e assistenza per accelerare le operazioni di trasporto in Italia. Stando alle fonti vicine al Viminale, l’azione della Francia sarebbe stata bloccata dalle autorità italiane.

Claviere
Fonte foto: https://www.facebook.com/3-Link-animati-3-118871078147892/?tn-str=k*F

Si indaga su un episodio risalente al 18 ottobre del 2018

Stando alle indiscrezioni emerse, le autorità italiane starebbero indagando su un caso avvenuto lo scorso 18 ottobre, quando la Gendarmeria francese avrebbe intercettato un gruppo di migranti e avrebbe provato a riaccompagnarlo in Italia ignorando le procedure previste dal trattato di Dublino.

Salvini non indietreggia: polizia italiana al confine con la Francia

Se dalla Francia continuano a sostenere l’ipotesi secondo cui tutte le operazioni compiute dalla Gendarmeria rispetterebbero gli accordi in vigore tra le parti, Matteo Salvini continua a lavorare per fare luce sui fatti di Claviere e per difendere i confini da altri possibili blitz francesi in territorio italiano.

Il ministro dell’Interno ha inoltre inviato una delegazione al confine per provare a fare luce sugli episodi avvenuti in quella zona nelle ultime settimane.

ultimo aggiornamento: 24-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X