Migranti, la Sea Watch continua a chiedere un porto sicuro e attacca l’Italia. Matteo Salvini: “Non avranno mai la mia autorizzazione a sbarcare”.

La Sea Watch attacca l’Italia: “Il suo confine è tra l’umanità e la disumanità“. Continua a tenere banco il caso migranti, con la nave della Sea Watch ancora ferma in acque internazionali con decine di persone a bordo.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

L’Ong attacca l’Italia: “Il suo confine è tra l’umanità e la disumanità”

Dopo che il Tar ha respinto il ricorso presentato dall’Ong contro l’applicazione del decreto Sicurezza Bis, i vertici dell’Organizzazione non governativa hanno condiviso un comunicato.

Sono trascorsi 8 giorni dal soccorso, la Sea Watch si trova ancora in acque internazionali dove il nuovo decreto legge impedisce l’ingresso nelle acque italiane e al comandante di esercitare il diritto sacrosanto di entrare in un porto per uno stato di necessità determinato da una situazione di emergenza sanitaria a bordo” recita la prima parte del comunicato.

Sea Eye
fonte foto https://twitter.com/seaeyeorg

Nel corso della nota si ribadisce come la Libia non possa essere considerata come un porto sicuro alla luce delle tante storie di violenza emerse.

“Ci sono storie di violenza condivise con il nostro equipaggio, detenuti per mesi anche un dodicenne, una persona ha visto uccidere un familiare in detenzione

Sono storie di orrore sufficienti non riportare queste persone in Libia come ci viene indicato a seguito di questa indicazione con disumana, cinica e illegale, sarebbe reato di respingimento collettivo perché la Libia non Paese sicuro perché in guerra, non abbiamo ricevuto altre indicazioni dalle autorità europee”.

Nell’ultima parte del comunicato la Sea Watch punta il dito direttamente contro l’Italia.

“Intrappolati tra responsabilità del comandante sulla vita di questa persone e l’attacco e la criminalizzazione che ci aspetterebbe se varcassimo questa linea immaginaria, tra umanità e disumanità. Questo è diventato il confine italiano“, conclude il comunicato.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Matteo Salvini: “Non avranno mai la mia autorizzazione”

Nonostante le pressioni dell’Ong e quelle dell’Onu, che continua a chiedere ai paesi Ue di far sbarcare i migranti, il leader della Lega e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha confermato di non essere intenzionato a fare concessioni alla nave che traffica persone.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 20-06-2019


Afragola, camion perde carico in strada, 29 morta travolta da quintali di patate

L’ultimatum di Salvini: Riforma fiscale coraggiosa o me ne vado