Emergenza migranti, l’appello di Sea Watch: “Cerchiamo un porto sicuro”. Il messaggio da una nave che si trova nei pressi di Lampedusa con trenta persone a bordo.

Prosegue in questi ultimi giorni del 2018 l’emergenza migranti, con Sea Watch che viaggia nei pressi delle coste di Lampedusa con 33 persone a bordo, soccorse in mare. Il caso segue quello della nave ancora in viaggio verso la Spagna con il suo carico di trecento persone soccorse in mare.

Ong Sea Watch: abbiamo bisogno di un porto sicuro

L’Ong ha lanciato un appello sulla propria pagina Twitter facendo sapere di avere bisogno di un porto sicuro. La nave, che si trova nei pressi di Lampedusa, è alla ricerca di un paese che possa accogliere i circa trenta migranti soccorsi in mare nella giornata di sabato.

Gli operatori della Ong hanno chiesto alle autorità maltesi di poter approdare in uno dei porti dell’isola, ma la richiesta è stata rifiutata dalle autorità. L’invito è stato esteso anche alla Germania, che non avrebbe dato la propria disponibilità ad accogliere i migranti.

Migranti
fonte foto https://twitter.com/openarms_fund

Il Natale a bordo delle navi delle Organizzazioni Non Governative: “Grazie a tutte le persone che rendono possibile il nostro lavoro. Grazie a voi continuiamo a difendere la vita”

Oggi è Natale. Celebriamo la Vita con la maiuscola, il regalo più grande per chi è a bordo #OpenArms. Grazie a tutte le persone che rendono possibile il nostro lavoro, siete il motore che ci fa andare avanti ogni giorno, grazie a voi continuiamo a difendere la vita“, recita il messaggio condiviso dalla Ong spagnola sulla propria pagina Twitter.


Sondrio, trovato il cadavere di Mattia Mingarelli: non si esclude l’omicidio

Agguato a Pesaro, 51enne freddato in centro a colpi di pistola