Migranti, l’Austria invia 70 militari al confine del Brennero. Dura la reazione dell’Italia

La tensione Italia-Austria sulla questione dei migranti non sembra intenzionata a diminuire. Il Viminale: “Misura ingiustificata”.

BOLZANO – L’Austria mette in campo 70 militari in prossimità del confine del Brennero. L’annuncio è stato dato oggi dal comandante militare territoriale Herbet Bauer. “Ciò – spiega il capo della polizia locale Hemut Tomacnon significa che al Brennero saranno messi in azione i panzer. Si tratta non soltanto di prevenire l’immigrazione illegale, ma anche di garantire in prima linea la vita delle persone“.

Dura la reazione del Viminale: “Decisione insensata e sorprendente”

Dura la reazione del Viminale alla decisione dell’Austria. Alcune fonti del ministero dell’Interno commentano come “sorprendente e ingiustificata” la mossa di Vienna. “La situazione  è assolutamente tranquilla, anzi, nei primi sette mesi del 2017, alla frontiera italo-austriaca è stato inibito l’ingresso sul territorio nazionale a 1200 cittadini stranieri, a riprova del trend dei movimenti migratori dall’Austria verso l’Italia“. Il Viminale ha inoltre sottolineato come al momento la nazione austriaca non ha accettato nessun richiedente asilo, quando il primo ministro Wolfgang Sobotka, nel marzo scorso, aveva annunciato l’impegno del governo di Vienna ad accettarne da Grecia e Italia sulla base dell’accordo UE sulla “relocation”. Impegno praticamente che aveva salvato l’Austria dalla procedura d’infrazione che la Commissione dell’Unione Europea.

ultimo aggiornamento: 16-08-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X