Migranti, le dichiarazioni di Gino Strada contro il governo

Migranti, Gino Strada: Il governo dovrebbe essere portato in Tribunale per crimini contro l’umanità

Il fondatore di Emergency Gino Strada attacca il governo: Persone che dovrebbero essere portate in tribunale per crimini contro l’umanità.

Ospite a Piazzapulita, Gino Strada, fondatore di Emergency, ha parlato della questione migranti puntando il dito contro il governo italiano, accusato di non curarsi della vita altrui.

Migranti, Gino Strada (fondatore di Emergency): Siamo governati da persone che dovrebbero essere portate davanti alla Corte Internazionale dell’Aja per crimini contro l’umanità

Dure le parole del numero uno di Emergency che ha accusato il governo di non avere rispetto della vita altrui e di essersi macchiato di crimini contro il governo per quanto riguarda l’atteggiamento nei confronti delle persone soccorse dalle Ong al largo delle coste libiche.

Gino Strada
fonte foto https://twitter.com/emergency_ong

Siamo governati da persone che non hanno considerazione per la vita umana. Quella altrui ovviamente. Persone che dovrebbero essere portate davanti alla Corte Internazionale dell’Aja per crimini contro l’umanità, persone che continuano a dire bugie approfittando della loro occupazione dei media”.

Gino Strada: Centri di detenzione governativi? Anche Auschwitz non era illegale…

Parlare di centri di detenzione governativi e parlare di centri legali è una grande stupidaggine. Innanzitutto perché dov’è un governo in Libia? A tutti noi risulta che non ci sia un governo in Libia. La Guardia Costiera libica è un’accozzaglia di bande armate che cercano di farsi gli affari loro, i traffici loro. Poi credo che Auschwitz fosse un centro governativo, non era illegale, era legalissimo a quell’epoca e in regime. E quello che succede in quei centri è una cosa disumana”.

ultimo aggiornamento: 17-03-2019

X