Migranti, Mattarella: “Chiudere i confini non è una scelta razionale”

Il presidente della Repubblica Mattarella, in visita a Tallin, è tornato sul tema migranti, lanciando un monito ai governi europei.

“Chiudere i confini è una scelta irrazionale”. Questo il pensiero del presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, che ha parlato in conferenza stampa a Tallin, durante una visita di Stato in Estonia. A chi gli chiedeva un commento sulla possibile chiusura dei confini da parte dell’Austria, il presidente ha risposto laconicamente e senza giri di parole.

Questo il giudizio del Capo dello Stato, riportato dall’Ansa: “Vi sono molte cose che contrassegnano l’Ue e la sua storica integrazione, ma due ne esprimono appieno l’anima: Erasmus e Schengen. È poco responsabile mettere a rischio la libertà di movimento degli europei“.

Migranti, Mattarella: “Politica richiede razionalità

Il presidente Mattarella ha quindi articolato maggiormente la sua risposta: “Da metà del 2017 a metà del 2018 gli arrivi attraverso il Mediterraneo in Italia sono diminuiti dell’85%, la pressione si è abbassata e questo dovrebbe consentire a tutti i governi, come loro responsabilità, razionalità senza cedere all’emotività. Parlare di confini da chiudere non è razionale, ma risponde a emotività subita o suscitata. La responsabilità politica richiede razionalità e governo comune del fenomeno. È possibile, c’è il dovere di farlo“. Un messaggio rivolto direttamente all’Austria, indirettamente anche ad altri governi. Compreso il nostro.

Migranti
Fonte foto: https://www.facebook.com/raffaele.masto.7

Fonte foto copertina: http://www.quirinale.it/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 04-07-2018

Mauro Abbate

X