Migranti, diciassette persone sono morte in mare nel tentativo di raggiungere la Spagna a bordo di due gommoni.

Diciassette delle oltre cento persone che si erano imbarcate dall’Africa per raggiungere la Spagna sono morte annegate in seguito a due incidenti in mare. La prima imbarcazione è naufragata, mentre la seconda si è infranta contro una scogliera nei pressi dello stretto di Gibilterra.

Migranti, morte diciassette persone: si erano imbarcate dall’Africa per raggiungere la Spagna

La notizia è stata diffusa dal servizio di soccorso marittimo spagnolo che ha reso noto che le vittime facevano parte di due imbarcazioni. Tredici delle diciassette vittime sono state recuperate nel mare di Alboran dopo il naufragio del loro gommone, altre quattro persone sono state recuperato a ovest dello stretto di Gibilterra dopo che la propria imbarcazione si è schiantata contro una scogliera.

Del primo gruppo di migranti si sono salvate ottanta persone, soccorse e trasferite al confine con il Marocco. Delle persone sulla seconda imbarcazione se ne sono salvate solo ventidue.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Migranti
Fonte foto: https://www.facebook.com/raffaele.masto.7

Migranti, è emergenza nel Mediterraneo

I due incidenti, con il loro bilancio di diciassette vittime, riportano l’attenzione sulla situazione del Mediterraneo, dove la situazione continua a essere critica nonostante la fine dell’estate abbia ridotto i flussi migratori verso le coste europee e nonostante la politica adottata dall’Italia abbia costretto i trafficanti di esseri umani a cambiare le proprie rotte verso porti più accoglienti. L’Italia continua la sua battaglia europea per una soluzione definitiva della questione trovando un accordo stabile e duraturo.


Usa, elezioni di midterm: quando si vota e perché

Australia, 33enne ucciso da uno squalo