Migranti, scontro Lega-M5s. Salvini: Sui porti decido io, restano chiusi

Prosegue lo scontro tra Matteo Salvini e il Movimento Cinque Stelle sui migranti. Il titolare del Viminale: Sui porti decido io, restano chiusi.

Prosegue lo scontro tra Matteo Salvini e il Movimento Cinque Stelle, con la polemica che si è infiammata dopo la circolare sulla Mare Jonio inviata dal ministro dell’Interno anche alla Marina militare e alla Guardia Costiera, corpi che rispondono però al Ministero della Difesa. Il ministro Trenta ha fatto sapere di non aver apprezzato l’ingerenza di Salvini che però ha messo in chiaro la questione facendo sapere che l’assegnazione dei porti spetta al Viminale e non ad altri Ministeri.

Migranti, Matteo Salvini: Citatemi nome e cognome di un militare che mi avrebbe criticato. Sono io che ho la competenza sui porti

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato la notizia secondo cui i vertici militari non avrebbero apprezzato la circolare inviata dal Viminale, che avrebbe prevaricato un campo di competenza del Ministero della Difesa.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

“Mi citate il nome e il cognome di un militare che mi avrebbe criticato? Si dice, si narra, pare… è per questo che ho smesso di leggere i giornali da un po’ di tempo […]. Sono io che ho la competenza sui porti ho oneri e onori e per me restano chiusi”.

Ai microfoni di Radio Anch’io, Salvini ha fatto il punto sulla questione migranti confermando la politica dei porti chiusi, criticata nei giorni scorsi da Di Maio, Toninelli e Trenta, oltre che dal presidente della Camera Roberto Fico.

“Può piacere o no, posso essere simpatico o no, ma è così, i porti restano chiusi”

ultimo aggiornamento: 17-04-2019

X