Migranti: sbarcano a Trapani le 66 persone soccorse al largo di Pantelleria

Migranti: sessantasei persone soccorse al largo di Pantelleria sbarcheranno a Trapani. Sos dal mercantile Sarost 5: scorte di acqua e viveri per ventiquattro ore. E nessuno si muove.

Non si ferma il flusso di migranti che fa rotta verso le coste italiane. Nelle ultime ore, due motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza italiana hanno intercettato, raggiunto e soccorso un’imbarcazione con sessantasei persone a bordo che viaggiava verso le coste dell’isola di Pantelleria. Le persone, tutte di nazionalità tunisina, hanno ricevuto una prima assistenza dalle autorità italiane e dovrebbero sbarcare a Trapani, a meno che dal Ministero dell’Interno non arrivino indicazioni differenti.

Emergenza migranti, ancora in mare il Sarost 5

Resta ancora in attesa di indicazioni invece il Sarost 5, il mercantile  con a bordo quaranta persone che, dopo i No di Italia, Malta e Tunisi, è rimasto al largo della Tunisia. Dall’imbarcazione fanno sapere che le scorte di acqua e viveri potranno bastare per non più di ventiquattro ore ma nessun governo europeo sembra intenzionato a farsi carico della situazione.

fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

L’appello di Conte all’Ue

Le due imbarcazioni rappresentano un banco di prova per l’Ue, chiamata a dare un segnale dopo la lettera inviata dal premier italiano Giuseppe Conte. La proposta italiana è quella di regolamentare la divisione dei migranti attraverso accordi scritti e la firma di un protocollo che possa essere messo in atto in occasione di ogni sbarco sulle coste europee. La proposta italiana servirebbe proprio a evitare casi di emergenza come quello del mercantile Sarost 5, abbandonato  a sé stesso con il suo carico di vite umane a bordo.

fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

ultimo aggiornamento: 20-07-2018

X