Milan, Albertini e la chiave del successo: "Bisognerebbe fare come la Juve"

Milan, Albertini e la chiave del successo: “Bisognerebbe fare come la Juve”

Demetrio Albertini, in una lunga intervista a Tuttosport, ha detto la sua sul momento del Milan: la strada da seguire, in Italia, è quella della Juve

Demetrio Albertini è, ormai da anni, un dirigente esperto e stimato: vice-presidente della Federcalcio dal 2007 al 2014, ha anche tentato (senza riuscirci) la scalata al vertice della Figc. I suoi successi dietro la scrivania, però, non devono far dimenticare quanto di buono ha fatto sui campi di calcio. L’ex metronomo del Milan di Capello ha concesso a Tuttosport una intervista in cui si parla principalmente dei rossoneri: secondo Albertini, il modello virtuoso da seguire per la risalita è nientemeno che quello della Juve.

“Pioli ha l’esperienza per gestire i momenti negativi”

Su Giampaolo. “Da fuori è sempre difficile giudicare. Nel momento in cui lo prendi e pensi di avere un certo tipo di allenatore devi dargli tempo. E sette partite sono poche per pensare di imporre un certo metodo di lavoro. Forse però si sono trovati di fronte a una realtà diversa rispetto a quanto si aspettavano e hanno pensato di cambiare“.

Su Pioli. “Ha l’esperienza nel saper gestire i momenti negativi. Piuttosto mi auguro che la squadra possa recepire in tempi veloci quello che può dare il nuovo allenatore perché il problema vero oggi sono i punti di distanza che il Milan ha dalle zone importanti di classifica“.

Christophe Galtier Champions Leonardo Ivan Gazidis Paolo Maldini Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan

Albertini: “Milan come la Juve, moderna ma con un forte senso di appartenenza”

Il problema al Milan è che ogni anno si riparte da zero e non da quanto si è costruito l’anno prima. Però il Milan non può pensare a vivere alla giornata: deve avere sempre un obiettivo e deve essere sempre il massimo. Perché solo così si riesce ad andare oltre a quelle che sono le conoscenze dei calciatori presenti in rosa. Puntare alla zona Champions è il minimo che debba fare il Milan“.

La Juve come esempio? “Questa è stata la chiave vincente di quanto ha fatto la Juve negli ultimi tempi: una società diventata moderna mantenendo un senso di appartenenza incredibile. Non a caso il progetto è iniziato prendendo tanti italiani. Anche il Milan – conclude Albertini – dovrebbe fare così e questo discorso va al di là dei dirigenti che ci sono oggi“.

ultimo aggiornamento: 15-10-2019

X