Milan, Altafini difende Piatek: “E’ un bomber vero”

Jose Altafini, ex calciatore ora commentatore tv, ha analizzato sulle pagine della Gazzetta la situazione del Milan a pochi giorni dall’inizio della Serie A

L’ottimismo, per Jose Altafini, è quasi una missione di vita. Brasiliano ma ormai italiano d’adozione, il bomber nato a Piracicaba ha messo a segno tra 1958 e 1965 qualcosa come 161 reti in 245 partite ufficiali giocate con la maglia del Milan. Con lui in campo, il Diavolo ha sollevato anche la prima Coppa dei Campioni nel 1963: un’edizione in cui Altafini è stato capace di segnare 14 gol in 9 incontri. La Gazzetta gli ha chiesto di fare il punto sul “suo” Milan: ecco le sue parole, rincuoranti soprattutto per un attaccante in difficoltà come Piatek.

Altafini su Giampaolo: “Tecnico bravo e preparato”

Dopo lo 0-0 del Milan a Cesena. “Quando ero al Napoli andammo a giocare un’amichevole a Viareggio e finì in goleada, mentre la Fiorentina sullo stesso campo pareggiò 0-0. Lo Scudetto, però, non lo vincemmo noi, ma la Fiorentina… I test estivi non contano guardate il Barcellona: le ha vinte tutte poi ha perso contro l’Athletic Bilbao senza segnare“.

Su Giampaolo. “Mi piace moltissimo. Tecnico bravo e preparato, che meritava di allenare una grande squadra. Sta lavorando per creare un Milan competitivo attraverso il bel gioco. Io ho visto una squadra che non rinuncia mai al palleggio e alla costruzione. I gol di Piatek e degli altri arriveranno da Udine in poi, vedrete“.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek

Milan, Altafini difende Piatek: “Tornerà a segnare”

Il punto di vista sul mercato. “Se arrivasse Correa sarebbe un gran colpo perché è uno che ha fantasia e sarebbe uno da Milan. Ma a mio avviso mancherebbe qualcosa. Donnarumma è tra i migliori portieri al mondo, ma io lo sacrificherei e reinvestirei parte dei soldi per affiancare a Piatek un altro uomo-gol“.

Proprio Piatek è un bomber in crisi. “Non è l’unico a soffrire la preparazione. E’ un po’ imballato ma sono sicuro che tornerà a segnare non appena si farà sul serio. Piatek è un bomber vero e dimostrerà che la prima annata in Italia non è stata casuale. Non dimentichiamoci che attorno a sé ha tanti giocatori che creano come Paquetà, Suso e Leao, acquisto molto interessante“.

ultimo aggiornamento: 19-08-2019

X