Tuttosport ha lanciato la suggestione di un ritorno di Ancelotti al Milan il prossimo anno: ecco quali sarebbero i pro e i contro dell’operazione

L’idea sarebbe romantica. Soprattutto in un momento in cui i tifosi del Milan hanno perso qualsiasi tipo di riferimento. L’era Berlusconi, con i suoi trionfi a ripetizione e i grandi campioni in campo, è ormai un ricordo sbiadito. Dopo un incredibile tourbillon, con 3 cambi di proprietà in un anno, la società cerca di stabilizzarsi con Elliott al timone. Non è però una situazione facile, con un tecnico come Pioli che ha sempre più l’aria di essere ad interim e una squadra giovane e dai non elevatissimi valori tecnici. Servirebbe una scossa, non solo dal mercato dei calciatori. La suggestione del quotidiano Tuttosport è quella di un possibile ritorno di Carletto Ancelotti al Milan nella prossima stagione. Ma fino a quanto converrebbe questa “operazione nostalgia”?

Ancelotti al Milan? Ecco i pro e i contro

Secondo quanto raccolto dal quotidiano torinese Tuttosport, Carlo Ancelotti sarebbe la prima idea del Milan in caso di fallimento di Pioli. Si tratterebbe di un revival dai tanti aspetti positivi. In primis, Carletto sarebbe un tecnico di prim’ordine: una certezza, su cui basare la ricostruzione rossonera. Rappresenterebbe la volontà di Elliott di riportare in alto il Diavolo, con un grande stimolo all’orizzonte: quello di diventare il mister con più partite in panchina nella storia milanista, superando Nereo Rocco.

Ci sono, però, anche i contro. Aspetti da considerare con grande attenzione. Elliott, prima di tutto, non potrebbe subito consegnare ad Ancelotti una squadra competitiva: un’esperienza nuova per un tecnico che ormai da due decenni lavora con calciatori al top. Nella storia rossonera, poi, le cosiddette “minestre riscaldate” non hanno mai avuto molta fortuna. Basta pensare ai ritorni (disastrosi) di Sacchi e Capello.

Carlo Ancelotti
fonte foto https://twitter.com/sscnapoli

Le cifre di Carletto sulla panchina rossonera

Il tecnico di Reggiolo, dal novembre 2001 al maggio 2009, si è seduto sulla panchina del Milan in 420 partite ufficiali. Le vittorie sono 239, con 98 pareggi e 83 sconfitte. 720 le reti segnate dai suoi calciatori, 392 quelle subite. Tra i trionfi, è doveroso ricordare le Champions League del 2003 e 2007, lo Scudetto del 2004, la Coppa Italia 2003 e il Mondiale per club del 2007.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
ancelotti calcio contro milan Panchina pro

ultimo aggiornamento: 14-11-2019


Milan, in attacco serve esperienza: l’opzione Ibrahimovic prende quota

Bosnia-Italia, Mancini non si accontenta: “Voglio i tre punti”