Mercato, incontro Milan-Torino: tre nomi per i granata

Milan, asse di mercato col Torino? Ai granata interessano Laxalt, Castillejo e Borini

Il mercato del Milan passa necessariamente dalle cessioni. L’incontro tra Massara e Bava ha avuto a oggetto i vari Laxalt, Castillejo e Borini.

L’allentamento della stretta della Uefa sul Milan (con l’esclusione dalle coppe, ndr) ha consentito finora al mercato rossonero di non dover procedere con fretta in ragione del bilancio chiuso il 30 giugno scorso. I rossoneri si sono radunati ieri e così il tecnico Giampaolo potrà valutare di persona quali sono quei giocatori che effettivamente non rientrano dei piani tecnici.

Milan, manovre in uscita

Se Donnarumma è notoriamente il pezzo pregiato dal quale le casse del Diavolo potrebbero introitare una maxi-plusvalenza, è altrettanto vero che – Psg a parte – non sono piovute offerte irrinunciabili per il 20enne di Castellammare di Stabia.
E così, sono altri i profili che il Milan mette sul mercato, sperando di ricavare un bel gruzzolo da reinvestire per i colpi in entrata.

Diego Laxalt Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Incontro con il Torino

Nel frattempo, il ds rossonero Massara si è incontrato con il suo omologo Bava, il quale ha preso il posto di Petrachi al Torino. I granata, i quali hanno beneficiato dell’esclusione del Milan dalle coppe, sono interessati a alcuni profili che non rientrerebbero nei piani di Giampaolo.

Laxalt, Castillejo e Borini

Il primo tra tutti è Diego Laxalt. L’esterno sinistro uruguaiano non ha convinto e la presenza di ben quattro terzini in rosa porterà a una sicura cessione dell’ex Genoa: i rossoneri hanno sborsato 16 milioni una stagione fa e vorrebbero ricavarne una cifra intorno ai 15 milioni. Sul 26enne c’è anche l’interesse dell’Atalanta di Gasperini.
Samu Castillejo è l’altro nome caldo in uscita. Lo spagnolo è difficilmente collocabile nel 4-3-1-2 che imposterà Giampaolo. L’ex Villareal ha diverse richieste dalla Liga. Il problema per il Milan è che appena un anno fa sono stati investiti 25 milioni per il cartellino del 24enne di Malaga.
Infine, Fabio Borini. L’italiano ex Sunderland appare destinato a lasciare i rossoneri dopo due stagioni. Il Milan lo valuta 15 milioni a fronte di un investimento di circa sei milioni. La duttilità tattica dell’ex Roma potrebbe fare al caso di Mazzarri.

https://www.youtube.com/watch?v=yAa5_9EOPxY

ultimo aggiornamento: 10-07-2019

X