Milan-Atalanta, show di Weah: 3-0, tripletta!

Il campionato 1997/98 è fortemente deludente per il Milan. George Weah, con la sua classe, fornisce prove importanti come quella contro l’Atalanta ma la stagione dei rossoneri è da dimenticare.

George Weah è stato uno dei migliori giocatori che hanno indossato la maglia del Milan nella seconda metà degli Anni ’90. L’attaccante liberiano approdò in rossonero nel 1995 dopo che il Diavolo affrontò il Psg nella semifinale di Champions League, nella quale il centravanti di Monrovia si mise in grande mostra, tenendo fortemente impegnati Sebastiano Rossi e tutta la retroguardia di Capello. Così, nell’estate seguente, il Milan decise di investire 11 miliardi per strapparlo al club parigino. Nella prima stagione in rossonero, Weah contribuì in maniera significativa alla vittoria dello scudetto con 11 gol di rara bellezza. In più a dicembre fu insignito del premio del Pallone d’oro.

Stagione 1997/98

Al secondo anno al Milan, l’ex Psg realizzò 16 gol stagionali, migliore performance del classe ’96 in rossonero. Tuttavia, la stagione iniziata con Tabarez in panchina e poi proseguita con Sacchi fu assai negativa. Così, Berlusconi richiamò Capello dal Real Madrid per riportare il club a alti livelli. Il Milan, senza capitan Baresi e Tassotti – che annunciano il ritiro dal calcio -, è protagonista del mercato, con acquisti quali Kluivert, Leonardo, Ziege e Bogarde.

George predica nel deserto

Le ambizioni dei rossoneri naufragano fin dalle prime giornate di campionato. Il Milan non decolla affatto e Weah è uno dei pochi a provare a sterzare l’andamento della formazione meneghina. A primavera Maldini e compagni flettono ancora di più e subiscono due pesanti sconfitte contro Inter e Juventus. A chiamare la sveglia allora è proprio Weah che l’11 aprile 1998 stende l’Atalanta con una fantastica tripletta: colpo di testa a sovrastare tutti; destro al volo in acrobazia e potente destro di prima intenzione. Uno dei pochi sorrisi per il popolo rossonero.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 21-12-2017

Fabio Acri

X