Un palo di Antonelli, tante occasioni sprecate e una Dea che non sfigura: nella nebbia di San Siro finisce senza gol Milan-Atalanta

Pari e patta tra le due sorprese del campionato. Blasone differente, ma MilanAtalanta, in campo stasera, sono le inaspettate alla vigilia lì nella parte alta della classifica. Dieci U24, in totale, in campo al Meazza per un anticipo della 17^ giornata di Serie A che ha davvero spunti importanti per l’intero movimento calcistico italiano.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Petagna impreciso, Antonelli sfortunato

Il match è subito equilibrato: nerazzurri soliti, che pressano alto e che puntano tutto sul proprio terminale offensivo Petagna. Abile quest’ultimo ad innescare un testa a testa con Romagnoli, giovane ma di spessore assoluto per statura e qualità. I ragazzi di Gasperini tengono meglio e bene un campo i cui spazi sono tutti coperti da maglie bianche. Il Milan fatica nella costruzione e si vede quando neanche Suso riesce a trovare il guizzo per la sterzata. Sterzata che potrebbe arrivare sul gong della prima frazione: il coast to coast di Antonelli avrebbe meritato miglior fortuna, il legno.

Il Milan c’è, ma fa i Conti con la Dea

Più garra, più ritmo, più gioco e convinzione. Una crescita totale che porta i rossoneri più volte vicino al bingo. Bonaventura ci prova due volte, entrambe col mancino: la prima, dopo una grande giocata,  finisce alta; la seconda, dalla distanza, termina a lato di un niente. L’Atalanta risponde in contropiede senza creare particolari patemi a Donnarumma. Lapadula ha sul destro la ghiotta palla gol dopo aver saltato anche Sportiello ma Gaglisrdini ferma la sfera a due passi dalla linea di porta. Poi l’azione è fotocopia con altri interpreti: Bacca e Conti, si rimane 0-0. Grazie anche all’ultima smanacciata di Donnarumma su Toloi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

milan

ultimo aggiornamento: 18-12-2016


Serie A, Juventus-Roma 1-0: decide una perla di Higuain

Milan, l’attacco si è inceppato: zero gol nelle ultime due gare