Milan: Bennacer, Hernandez e Leao scalpitano. A quando il loro turno?

Milan: Bennacer, Hernandez e Leao scalpitano. A quando il loro turno?

I nuovi acquisti del Milan hanno avuto poche occasioni per mettersi in mostra: Bennacer, Hernandez e Leao vogliono scalare le gerarchie di Giampaolo

E’ stato uno dei punti all’ordine del giorno della riunione tecnica tenutasi ieri tra il CFO del Milan Zvone Boban e Marco Giampaolo. Il quotidiano Tuttosport, infatti, ha evidenziato come il dirigente croato e l’allenatore abbiano fatto il punto della situazione, affrontando i temi più critici emersi in questo inizio di stagione. Il mancato utilizzo dei nuovi arrivi, fortemente voluti dalla proprietà americana, fa ovviamente discutere. La dirigenza spingerà il tecnico a utilizzarli in maniera più massiccia. I numeri, d’altronde, evidenziano come finora si sia andati nella direzione opposta, affidandosi ai protagonisti delle stagioni passate.

Milan, ecco il minutaggio di Bennacer, Leao ed Hernandez

Ante Rebic, al momento, sembra tra gli acquisti dell’ultimo mercato quello deputato ad avere subito più spazio. Il suo ingresso contro il Verona, infatti, ha incrementato la pericolosità del Milan in avanti, dando alla manovra più rapidità, profondità e imprevedibilità. Per Ismael Bennacer, invece, ci sarà il classico ballottaggio con Biglia, vinto dall’argentino a Verona: l’ex Empoli ha racimolato sinora 104 minuti in campo tra Brescia e Verona.

E’ andata molto peggio, invece, a Rafael Leao: entrato a 15′ dalla fine in trasferta a Udine, il giovane attaccante portoghese non ha visto il campo né col Brescia né col Verona. Per adesso l’ex Lille pare indietro nelle gerarchie. Theo Hernandez, invece, è appena rientrato dall’infortunio alla caviglia patito a fine luglio. Il titolare della fascia sinistra, alla lunga, dovrebbe essere lui: per ora, però, il francese non ha giocato neanche un minuto.

Theo Hernandez
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Milan, Giampaolo prudente sui nuovi innesti

Finora Marco Giampaolo ha mostrato una grande prudenza nell’inserire gli ultimi arrivati nei meccanismi rossoneri. Vuoi per gli infortuni (Krunic ed Hernandez), vuoi per gerarchie consolidate (Duarte), il Diavolo ha finito per continuare ad insistere sui volti della passata stagione. Nel derby, forse, sarà possibile vedere qualcosa di diverso.

ultimo aggiornamento: 19-09-2019

X