Nel campionato 1978/79 i rossoneri di Liedholm vincono lo scudetto. La partita decisiva è Milan-Bologna, che si gioca il 6 maggio: Rivera evita la sconfitta a tavolino e la festa può iniziare…

Dopo una lunga attesa, passata dalla “Fatal Verona”, il Milan si avvicina al tanto atteso scudetto della “Stella”. I rossoneri, guidati da Liedholm in panchina, non partono con il favore del pronostico all’inizio del campionato 1978/79. Eppure, Rivera e compagni trovano presto la quadra del cerchio e conquistano la testa della classifica. La formazione base del Diavolo è composta Albertosi, Collovati, Maldera, De Vecchi, Bet, Baresi, Antonelli, Bigon, Novellino, Buriani e Chiodi.

Milan-Bologna, penultima di campionato

I rossoneri fanno leva su una buona tenuta difensiva, diretta dal giovane Baresi, e sugli acuti di Bigon e di un Aldo Maldera in versione attaccante aggiunto. A due giornate dal termine, dopo la vittoria sul campo del Catanzaro, il Milan vanta quattro punti di vantaggio sul sorprendente e imbattuto Perugia di Castagner. Per la matematica vittoria dello scudetto, pertanto, ai rossoneri basta un solo punto, a cominciare dal match Milan-Bologna, in programma domenica 6 maggio a San Siro.

Brivido iniziale

Il popolo rossonero si riversa in massa a San Siro pronto alla festa. Prima della gara, però, si verifica un problema che mette a rischio la disputa dell’incontro: il secondo anello sottostante viene occupato dai tifosi ma si tratta di un punto pericolante. Rivera, allora, prende la parola e dice: “Ci sono delle grosse responsabilità, se non vi spostate perderemo la partita a tavolino“. Come d’incanto, il settore viene liberato. E la partita può avere inizio.

Inizia la festa…

Milan-Bologna ha il suo fischio d’inizio dopo oltre un’ora di ritardo. I rossoneri vanno alla ricerca del gol ma senza esito. Ai felsinei va bene il pareggio per salvarsi e così lo 0-0 finale va bene a entrambe. Al 90′ San Siro saluta i propri beniamini campioni d’Italia.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati


Serie A, Verona-Genoa 0-1: decide Goran Pandev

Champions League, le probabili formazioni di Olympiacos-Juventus e Roma-Qarabag