Milan-Brescia, vittoria che vale lo scudetto per gli uomini di Rocco

Milan-Brescia story, l’1-0 di Rivera vale lo scudetto del 1968

Il 31 marzo 1968 si gioca Milan-Brescia. I rossoneri, in fuga, piegano i corregionali nel finale grazie al gol di Rivera: è scudetto!

Nel 1967, dopo un paio di stagioni in cui non sono arrivati gli obbiettivi sperati, il Milan riparte da Nereo Rocco e dalla vittoria della prima Coppa Italia. Il Paròn fa arrivare dal mercato gli esperti Cudicini, Malatrasi e Hamrin, i quali vanno a potenziare una squadra che ruota intorno al talento di Rivera e alla solidità dei vari Trapattoni, Schnellinger e Lodetti.

Milan, 1967-68
https://it.wikipedia.org/wiki/Milan_Associazione_Calcio_1967-1968#/media/File:Milan_Associazione_Calcio_1967-1968.jpg

Rossoneri all’attacco

Nonostante il tecnico triestino sia uno dei migliori interpreti del catenaccio, nel suo secondo mandato rossonero imposta una formazione offensiva e spettacolare: Sormani e Hamrin vengono armati dalla mente del “Golden Boy” Rivera e trovano la via della rete con buona continuità. Manca però il centravanti puro e dopo le prime giornate entra nella formazione titolare il giovane Prati, detto “Pierino la peste”: al termine del torneo l’attaccante sarà capocannoniere della Serie A con 15 gol. I rossoneri prendono fin da subito la testa della classifica, facendo il vuoto.

https://www.youtube.com/watch?v=CW6MMMO6e9s

Milan-Brescia, partita scudetto

La corsa inarrestabile dei rossoneri non conosce sosta e il 31 marzo 1968 a San Siro, si gioca Milan-Brescia. Mancano quattro turni al termine del campionato ma il Diavolo può chiudere i conti e vincere lo scudetto. Queste le formazioni in campo:
MILAN: Cudicini, Anquilletti, Schnellinger, Rosato, Malatrasi, Trapattoni, Hamrin, Lodetti, Sormani, Rivera, Prati – All.: Rocco
BRESCIA: E. Galli, Fumagalli, Vitali, Rizzolini, Mangili, Busi, Bruells, D’Alessi, Troja, Schutz, Mazzia – All.: Vicini.

Gol di Rivera

Milan-Brescia, davanti a quasi 40 mila spettatori, è abbastanza equilibrata. I rossoneri non sfondano e ci vuole una giocata di Gianni Rivera, a due minuti dal termine, per sbloccare il risultato e portare il 9° scudetto in bacheca.

ultimo aggiornamento: 26-08-2019

X