Milan: Calhanoglu-Suso-Bennacer, trio imprescindibile per Giampaolo

La Gazzetta di oggi ha evidenziato come il Milan di Giampaolo conti già su tre ‘pretoriani’: Bennacer, Calhanoglu e Suso sono già indispensabili

Verona-Milan, con molta probabilità, li vedrà tutti assieme in campo. Si possono chiamare come vogliono: Giampaolo Boys o giampaoliani che dir si voglia, è già possibile individuare quelli che saranno i pilastri del Milan di quest’anno. Ismael Bennacer è l’uomo che detiene le chiavi del centrocampo. Hakan Calhanoglu la mezzala dai piedi buoni fondamentale nel gioco del tecnico rossonero. Jesus Suso il duttile esterno che ha ritrovato il suo posto nel nuovo 4-3-3 varato dall’ex tecnico della Samp. La Gazzetta di oggi esalta così i tre “giampaoliani“.

“Difficile immaginare un Milan senza Bennacer, Suso e Calhanoglu”

Nel Milan non ci sono titolari e riserve, parola di Giampaolo. Ma si intravvedono già i “giampaoliani”, ovvero quei giocatori che rispondono quasi naturalmente ai requisiti di compatibilità con il calcio che propone il tecnico rossonero: il posto da titolare magari non sarà assicurato, ma è già molto difficile immaginare un Diavolo senza Bennacer, Suso e Calhanoglu“.

Suso e Calha sono funzionali al Milan di Giampaolo perché alla base della qualità tecnica – un “fondamentale” nelle gerarchie del tecnico abruzzese – aggiungono grande intelligenza tattica e massima disponibilità alla causa. Se per Suso lo status di “indispensabile” acquisterà ulteriore forza con il passaggio dal 4-3-1-2 al 4-3-3, Calhanoglu dovrà battagliare per riconfermarsi tra i titolari”.

Ismael Bennacer
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

“Bennacer ha già il patentino da ‘giampaoliano'”

Su Calhanoglu. “L’esperienza nel tridente di Gattuso lo propone come alternativa a Rebic e Castillejo per la casella di ala sinistra, ma Giampaolo lo vede interno di centrocampo. È lì che si è mosso per tutto il precampionato ed è lì che al momento sembra offrire più garanzie di Paquetà: a Verona potrebbe toccare ancora a Calha completare il trio in mediana con Kessie e Bennacer“.

Complice anche l’infortunio di Biglia, l’algerino ha bruciato le tappe: il test accelerato a gara in corsa nel k.o. della Dacia Arena ha convinto Giampaolo a schierarlo in regia dal 1′ nella gara successiva. Bennacer ha retto l’impatto con San Siro con personalità, altro punto a favore per scalare posizioni nella griglia dell’allenatore. Ora dovrà aggiungere quelle geometrie e quella verticalità fatte vedere tra Empoli e nazionale. Il patentino di “giampaoliano”, intanto, è già suo“.

ultimo aggiornamento: 12-09-2019

X