Il Golden Boy 2018 è il giusto riconoscimento per il grande avvio di stagione del ventenne rossonero. Ecco le sue dichiarazioni dopo aver ritirato il premio

Lo European Golden Boy è oramai una istituzione. Il premio, istituito dal quotidiano sportivo Tuttosport nel 2003, viene assegnato ogni anno al miglior calciatore Under 21 che milita nei massimi campionati europei. Nell’albo d’oro si trovano mostri sacri come Mbappe, Pogba, Isco, Gotze Messi e Fabregas. Quest’anno ha trionfato l’olandese de Ligt dell’Ajax. Un riconoscimento importante, però, è andato anche al milanista Patrick Cutrone, vincitore del Golden Boy 2018 come miglior giovane italiano. Una soddisfazione importante per il miglior prodotto della cantera rossonera degli ultimi anni.

Cutrone: “Cercherò di migliorarmi sempre”

Ringrazio i miei compagni, ringrazio lo staff, i tifosi che mi hanno permesso di vincere questo premio: cercherò di migliorarmi sempre di più e di ascoltare mister Gattuso“. Queste le parole del numero 63 del Milan, dopo aver avuto la notizia della vittoria.

Umiltà e idee chiare, dunque: continuano ad essere questi gli elementi che contraddistinguono il comportamento di Patrick Cutrone, calciatore dalle cifre eccezionali già a vent’anni che, però, non si monta la testa mantenendo sempre un profilo basso. Un vero e proprio tesoro che la nuova proprietà rossonera sta gestendo e coltivando nel migliore dei modi.

Esultanza Cutrone
fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/

Cutrone: “Higuain? Lo guardo sempre in allenamento”

Il rapporto con Gonzalo Higuain, per Cutrone, è fondamentale per accrescere la propria esperienza e i fondamentali a livello tecnico. “Avere un esempio come il Pipita mi aiuta molto. Io lo guardo sempre in allenamento, cerco di imparare qualcosa e di migliorarmi ogni giorno che passa. Ringrazio mister Gattuso e lo staff, cercherò di migliorare sempre di più“.

Parole che fanno onore alla punta classe 1998, autrice già di sette reti in 18 incontri quest’anno. Sono in tutti 25 le sue reti con la casacca rossonera, in 64 incontri tra Serie A, Europa League e Coppa Italia.

 

 

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 18-12-2018


Inter, Ausilio risponde a Wanda Nara: “Vogliamo andare avanti con Icardi”

Bologna-Milan: una sfida fra presente e passato, tra Gattuso e Inzaghi