Milan, delusione Rebic: contro la Juve però potrebbe toccare a lui

Milan, delusione Rebic: contro la Juve però potrebbe toccare a lui

Ante Rebic è un enigma: gioca poco e, quando scende in campo, non lascia il segno: Suso e Castillejo però non sono al top, con la Juve potrebbe avere spazio

Milan, dov’è finito Ante Rebic? Se lo chiedono in tanti, a Milanello e dintorni. I tifosi rossoneri si aspettavano ben altro tipo di giocatore al momento della sua ufficializzazione giunta sul gong del calciomercato a settembre. Sia Giampaolo che Pioli lo hanno spesso snobbato, relegandolo in panchina nonostante le prove dei suoi compagni di reparto non siano spesso state memorabili (eufemismo). Pioli la scorsa settimana aveva dichiarato di volere di più da lui: contro la Lazio non ha certo incantato, ma con la Juve potrebbe avere la sua grande chance.

Milan, Rebic non va: lui, però, scalda i motori in vista della Juve

La grande chance, nella gara di ieri sera, l’ha avuta poco dopo il suo ingresso in campo. Il suo colpo di testa, però, è sibilato a un soffio dal palo difeso da Strakosha. Dopo questo episodio, il croato è di fatto scomparso dal campo, mettendo assieme una prova insufficiente sotto tutti i punti di vista.

Nonostante sia paragonabile a un vero e proprio oggetto misterioso, mister Pioli – secondo quanto raccolto da Tuttosport potrebbe lanciarlo in campo nella sfida più difficile di tutte. Domenica sera (ore 20:45), c’è la Juve allo Stadium. Suso e Castillejo, finora padroni della fascia offensiva di destra, sono in condizioni precarie. Ecco che, dunque, potrebbe toccare a lui completare un ipotetico terzetto d’attacco con Piatek e Calhanoglu.

Ante Rebic
fonte foto https://twitter.com/peppegallozzi91

Le cifre di Rebic in stagione

Classe 1993, nato a Spalato, Ante Rebic ha giocato finora solo 5 spezzoni di gara in Serie A, per un totale di 127 minuti. Una miseria, considerando come il campionato si prepari ad affrontare la dodicesima giornata. Il Milan si aspetta di rivedere presto quel calciatore grintoso che a Francoforte faceva la differenza: con la Juve, tra qualche giorno, potrebbe esserci una importante prova del nove.

ultimo aggiornamento: 04-11-2019

X